Consigli Utili

Non separarti dai tuoi cari: come affrontare una crisi in una relazione

Pin
Send
Share
Send
Send


Questo articolo è stato scritto da Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak è uno psicoterapeuta con licenza di Chicago. Si è laureato alla American School of Professional Psychology nel 2011.

Il numero di fonti utilizzate in questo articolo è 20. Troverai un elenco di queste in fondo alla pagina.

Molte relazioni si verificano naturalmente nelle relazioni. Questa può essere una mossa, un nuovo lavoro, un periodo di separazione, un matrimonio o l'aspetto di un bambino. Alcuni cambiamenti potrebbero non essere facili, ma non è necessario considerare i cambiamenti nel loro insieme come qualcosa di brutto. Cerca di adattarti rapidamente e di comunicare regolarmente, quindi tu e il tuo partner sarete in grado di trasferire qualsiasi cambiamento nella vostra relazione.

Passaggio 1: riconoscere l'evidente

Accettare l'idea che la tua relazione stia attraversando un periodo difficile (ma logico) è un passo estremamente importante. È in questa primissima fase che molte coppie si separano: non volendo ammettere l'esistenza di una crisi nella relazione e ancora di più per superarla insieme, gli amanti di ieri sbattono la porta, correndo precipitosamente con accuse reciproche, insulti e rimproveri. Secondo le statistiche, è proprio così che si rompe la crisi del primo anno di relazione. 90% di coppie! Il restante 10% dovrà affrontare la crisi di 3 anni, la crisi del parto, le crisi personali di ciascun partner (compresa la famigerata crisi della mezza età), la crisi di 7 anni, 15 anni e infine le crisi associate a circostanze esterne (non è necessario andare lontano per esempi - l'attuale crisi finanziaria potrebbe benissimo diventare uno di questi catalizzatori). Sarà più facile sopravvivere a ciascuno di questi test se ti rendi conto che la crisi delle relazioni familiari è una fase naturale che può portarli a un nuovo livello se hai la pazienza, l'amore e il desiderio di stare insieme.

Passaggio 2: impostare un obiettivo

Nella famosa commedia natalizia "The Family Man" (in cui Nicolas Cage si trasforma da bigwig di Wall Street nel padre della famiglia in una città di provincia), la moglie del protagonista, dopo un'altra lite, gli dice: "Scelgo noi". Sembrerebbe che la frase sia semplice, ma in realtà è molto più difficile prendere una decisione del genere che sbattere la porta - per questo è necessario mettere in primo piano l'alleanza con la persona amata, nonostante tutta l'irritazione accumulata, le speranze ingiustificate e i litigi offensivi gettati nel calore della lite. L'intenzione di mantenere un'alleanza richiede uno sforzo, una pazienza e un tempo considerevoli, a volte ci vogliono mesi o addirittura anni per risolvere una situazione di crisi. Separare, ovviamente, è più facile, ma in questo caso non solo rinuncerai alla possibilità di mantenere le relazioni, ma anche con un'alta probabilità incontrerai difficoltà simili in futuro: qualsiasi crisi nelle relazioni non è altro che un riflesso dei nostri "punti di crescita", un segnale che che abbiamo bisogno di lavorare su noi stessi - e anche sulla capacità di costruire relazioni.

Step 3: lavora sui bug

Mantenere la testa fresca durante la crisi non è facile: le emozioni si scatenano e il risentimento si sviluppa come una palla di neve. Tuttavia, prova ad analizzare e capire: cosa sta realmente accadendo? A che punto della tua relazione ha iniziato ad accumulare irritazione, cosa ti mancava, cosa manca alla persona amata? Cosa potrebbe essere prevenuto, come può essere risolto? Nota: la tua domanda principale non dovrebbe essere "Di chi è la colpa?" (Di solito qui tutto è abbastanza semplice), ma "Che cosa dovrei fare?" E spetta a te farlo. È positivo che uno psicologo professionista venga in tuo aiuto: ciò ridurrà il grado di emozioni, porrà le domande giuste e capirà qual è esattamente la causa delle difficoltà incontrate e su cosa devi lavorare.

Passaggio 4: Ricorda che gli uomini gestiscono lo stress in modo diverso

Sarà un po 'più facile sopravvivere a tempi difficili se si accetta il fatto che gli uomini affrontano la crisi dei rapporti familiari in un modo completamente diverso rispetto alle donne. Gli psicologi attribuiscono questo al fatto che in uno stato di stress attiviamo entrambi gli emisferi del cervello, e quindi siamo costantemente concentrati su ciò che sta accadendo, analizziamo ogni dettaglio, siamo costantemente perseguitati da un ansioso desiderio di discutere di tutto e punteggiare tutto ciò. Gli uomini, a differenza di noi, che stanno cercando di portare immediatamente tutti i malintesi al tavolo dei negoziati, tendono a rinchiudersi e limitare la comunicazione. Questo spesso sembra indifferenza e un tentativo di "nascondere la testa nella sabbia", che diventa un ulteriore motivo di rimproveri e delusioni. Non affrettarti alle conclusioni: di norma, un uomo in una situazione stressante ha bisogno di un tale "ritiro in se stesso" con l'opportunità di essere solo con i propri pensieri ed emozioni. Cerca di non farti prendere dal panico o dallo schiacciamento, dagli tempo - e presto sarà pronto per il dialogo.

Passaggio 5: impara a parlarci

È sorprendente, ma vero: gli psicologi sostengono che circa l'80% della separazione avrebbe potuto essere evitato se avessimo imparato a parlarci. Si scopre che è incredibilmente difficile esprimere le proprie emozioni e pensieri e (ancora più difficile) ascoltare un'altra persona. Bob Grant, un noto autore di libri su come sopravvivere a una crisi in una relazione, ti consiglia di iniziare con questo esercizio: ogni giorno una coppia ha bisogno di mettere da parte 20 minuti per comunicare tra loro e per ciascuna di tali conversazioni è necessario un timer. Ogni partecipante riceve un minuto per parlare - un minuto e non un secondo in più! Dopo un minuto, devi fermarti, anche se non hai tempo per terminare la frase. È vietato alzare il tono, parlare troppo in fretta o porre domande. Il tuo compito in questo momento è condividere i tuoi pensieri e sentimenti, senza cercare di offendere l'interlocutore. Puoi parlare di qualsiasi cosa: di come è andata la tua giornata, di come ti senti in questo momento, puoi anche solo tacere per un minuto. Il punto è che durante questi 60 secondi ottieni la massima attenzione del tuo partner. L'ascoltatore deve anche seguire una serie di regole: è necessario ascoltare l'interlocutore, guardandolo, senza reazioni dimostrative (come sorrisi o alzando gli occhi al cielo). Il tuo compito è semplicemente quello di ascoltare, ascoltare con molta attenzione. Nemmeno le domande possono essere poste. Quindi, alla fine del minuto, cambi ruolo e continui a turno a parlare tra di loro per 10-20 minuti. Grant assicura che in sole due settimane di una "terapia" così indipendente noterai un'enorme differenza nella tua relazione. "Siamo abbastanza capaci di guarire le nostre relazioni", dice, "a volte non sappiamo come o siamo troppo pigri per farlo."

Hirst Shkulev Publishing

Mosca, st. Shabolovka, casa 31b, 6 ° ingresso (ingresso da Horse Lane)

Guarda il video: L'ECONOMIA UMANISTICA SPIEGATA BENE Valerio Malvezzi (Agosto 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send