Consigli Utili

Come appaiono e vengono trattati gli allungamenti dei muscoli addominali?

Pin
Send
Share
Send
Send


La rottura muscolare è un danno alle fibre muscolari causato da una forte contrazione o abuso di muscoli. Spesso si verifica negli atleti e può essere suddiviso in tre fasi: lieve, intermedia e grave.

Diamo un'occhiata a quali muscoli sono più spesso colpiti e quali sono i sintomi della rottura muscolare.

Cos'è la rottura muscolare

La rottura del muscolo è condizione patologicache si verifica quando sovraccarico muscolare scheletricoportando a rottura delle fibre muscolariformando un muscolo.

Di solito si verifica quando il muscolo è sottoposto a un carico eccessivo, ad esempio sollevando un carico molto pesante, quando è a lungo in uno stato di contrazione o è sottoposto a uno stiramento violento e improvviso.

La rottura muscolare può verificarsi in qualsiasi persona, ma le persone che praticano sport (bambini e adulti) sono più sensibili, sia a livello professionale che amatoriale.

Tipi di rotture muscolari

Le rotture muscolari possono essere suddivise in diversi tipi, a seconda della gravità e della modalità di insorgenza.

A seconda della gravità e del numero di fibre muscolari interessateabbiamo:

  • 1 grado: Lesione muscolare meno grave quando non più del 5% delle fibre muscolari è danneggiato. Non porta a restrizioni nei movimenti e forte dolore, solo le aree interessate sono interessate. Non c'è riduzione della forza muscolare.
  • 2 gradi: lesioni della classe intermedia, in cui il 10-50% delle fibre muscolari è danneggiato. La vittima avverte dolore acuto e alcuni movimenti possono essere limitati. Ad esempio, in caso di danni ai muscoli degli arti inferiori, il soggetto è ancora in grado di camminare, ma lo fa con grande difficoltà.
  • 3 gradi: La forma più grave quando si danneggiano 3/4 fibre muscolari o si verifica una completa rottura muscolare. Il dolore è acuto e intenso, i movimenti sono dati con grande difficoltà. Ad esempio, in caso di danni ai muscoli delle gambe, il soggetto non è in grado di camminare o mantenere una posizione verticale.

A seconda della causa, ci sono due forme di rottura muscolare:

  • acuto: il divario si presenta all'improvviso. È caratteristico delle lesioni subite durante un lavoro intenso e intenso, quando i muscoli si allungano troppo rapidamente.
  • cronico: lo strappo avviene gradualmente all'aumentare del numero di fibre danneggiate. Inerente a lesioni derivanti da movimenti ripetuti.

Rottura muscolare può includere qualsiasi muscolo corpo umano, ma più spesso si verifica a livello degli arti superiori e inferiori:

  • Muscoli degli arti inferiori: ad esempio il muscolo quadricipite (situato davanti alle cosce), il bicipite della coscia (situato dietro la coscia), i muscoli rapitori e adduttori (noti anche come muscoli delle cosce esterne e interne), i muscoli dei glutei o dei polpacci.
  • Muscoli degli arti superiori: ad esempio bicipiti (situati nella parte anteriore delle braccia), tricipiti (situati nella parte posteriore delle braccia) o muscoli deltoidi (situati tra la spalla e il braccio).
  • Altri muscoli: sebbene il divario colpisca raramente altri muscoli, possono verificarsi danni in altre parti del corpo. Ad esempio, possono essere coinvolti i muscoli dell'addome e della parte inferiore dell'addome, i muscoli dell'ascella, i muscoli pettorali, i muscoli nella regione lombare (cioè nella regione della parte inferiore della colonna vertebrale), i muscoli intercostali (che si trovano tra le costole) e i muscoli inguinali.

Problemi muscolari simili

A volte il termine "rottura muscolare" viene erroneamente usato per indicare il danno muscolare di una diversa fisiopatologia. In particolare, il termine "rottura muscolare" è spesso usato per riferirsi a fenomeni come contrattura o tensione muscolare.

Questi due stati, infatti, sono altri tipi di fenomeni, in particolare:

  • estensione si verifica ogni volta che un muscolo si allunga più di quanto dovrebbe, a volte può essere accompagnato da un danno ad alcune fibre muscolari. Questa distorsione provoca dolore acuto, ad esempio durante gli esercizi sportivi, o dolore sordo, ad esempio durante la tosse.
  • contrattura si verifica ogni volta che un muscolo si contrae con una forza che non sei in grado di sostenere. Questa condizione si verifica a causa della rigidità delle fibre muscolari. Le contratture compaiono anche da un'eccessiva tensione muscolare e possono essere causate da altri fattori, come lo stress o il freddo.

Cause e fattori di rischio

La causa della maggior parte delle rotture muscolari è l'eccessiva tensione muscolare durante il movimento o durante i movimenti ripetitivi.

Tuttavia, ci sono fattori di rischio che possono predisporre alla disgregazione muscolare:

  • Mancanza di un adeguato allenamento muscolare per il carico previsto.
  • Eccessiva affaticamento dei muscoli, a tal punto che non sono in grado di resistere allo sforzo.
  • Allenamento intenso dopo un lungo riposo dall'allenamento.

Un'altra possibile causa di rottura del muscolo sono lesioni indirette o lividi, cioè quando il muscolo viene colpito duramente da qualcosa. Ad esempio, quando durante il calcio un giocatore riceve un calcio forte da un altro partner, il che porta a danno alle fibre muscolari.

Sintomi di rottura muscolare

La rottura muscolare all'inizio può verificarsi anche senza dolore. Tuttavia, il dolore acuto acuto in seguito appare come il sintomo principale a cui possono unire altri sintomi, tra cui:

  • Edema, arrossamento e grave bruciore della zona interessata.
  • La presenza di edema, cioè accumulo di liquidi a livello del muscolo danneggiato.
  • La formazione di un ematoma a causa della rottura dei vasi muscolari.
  • La comparsa di avvallamenti con una completa rottura del muscolo.
  • A volte la presenza di febbre.

I sintomi della rottura muscolare possono talvolta essere manifestazioni di altre malattie (ad esempio arrossamento, gonfiore e presenza di febbre a causa della trombosi) e, pertanto, è necessario eseguire la diagnosi corretta.

Diagnostica - Come determinare lo strappo muscolare

Un medico può diagnosticare la disgregazione muscolare con:

  • Case history paziente per capire quando si è verificato il dolore e come.
  • Esame della parte interessataper verificare la presenza di lividi, gonfiore e dolore acuto.
  • Ultrasuoni muscolariper determinare il tipo di danno e gravità.
  • MRI, utilizzato se l'ecografia non fornisce un'immagine chiara della gravità della lesione.

Come trattare la rottura muscolare

La rottura del muscolo guarisce in diversi modi, a seconda del grado di danno. Una rottura muscolare di 1 ° grado guarisce in un paio di settimane, il recupero da una rottura di 2 ° grado richiede da 15 giorni a un mese.

Il trattamento della rottura muscolare di 3 ° grado richiede almeno un mese e talvolta richiede un intervento chirurgico, che comporta la sutura.

Per le cure primarie in caso di rotture muscolari, vengono utilizzati mezzi come freddo o caldo, viene implementato il cosiddetto metodo REST (Riposo, Ghiaccio, Compressione, Elevazione).

In particolare, l'assistenza primaria dovrebbe consistere nelle seguenti fasi:

  • Rifiuto di qualsiasi attività sportiva per fornire ai muscoli uno stato di riposo.
  • Applicare ghiaccio sulla zona interessata per almeno venti minuti, ripetuta ogni quarto d'ora.
  • Applicazione di un bendaggio compressivo alle aree interessate per ridurre il flusso sanguigno nell'area danneggiata ed evitare la comparsa di un ematoma.
  • Se stiamo parlando dell'arto inferiore, metti un cuscino sotto di esso, in modo da mantenere la sua posizione sopra il corpo, per evitare l'accumulo di liquidi e ridurre il gonfiore.
  • 72 ore dopo una pausa muscolare, il ghiaccio può essere cambiato in una fonte di calore che aiuta a dissolvere i coaguli di sangue. Fino a 72 ore non è consigliabile applicare calore, poiché ciò può peggiorare il deflusso di sangue dai vasi sanguigni, causando vasodilatazione.

Rimedi naturali

Per il trattamento delle lacrime muscolari di 1 ° grado, puoi usare rimedi erboristici:

Gotu Kola contiene triterpenoidi pentaciclici, che rafforzano i vasi sanguigni e riducono gli effetti dell'accumulo di liquidi, come l'edema. Si consiglia di assumere sotto forma di capsule, due capsule al mattino e alla sera.

Ribes nero: usato come agente antinfiammatorio naturale, grazie a principi attivi come flavonoidi, antociani e vitamina C. Può essere assunto sotto forma di pillola, uno al giorno al mattino e alla sera, o sotto forma di gocce, dosaggio di 50 gocce più volte al giorno.

Artiglio del diavolo: contiene arpagosidi come ingrediente attivo, che sono potenti sostanze antinfiammatorie. Diverse compresse devono essere assunte quotidianamente, preferibilmente dopo un pasto, o come unguento direttamente nel sito del danno.

arnica: contiene lattoni di sesquiterpene, flavonoidi, astragalina e altri ingredienti attivi che hanno proprietà antinfiammatorie. Può essere applicato come unguento direttamente sul sito del danno.

zenzero: contiene gingerol e oli essenziali, che riducono la produzione di mediatori infiammatori. Il regime e il dosaggio differiscono a seconda del caso, possono essere assunti sotto forma di capsule o tisane.

Per il trattamento sintomi dolorosi rottura del muscolo il medico può prescrivere alcuni farmaci (di solito farmaci antinfiammatori non steroidei o miorilassanti), che può essere somministrato per via orale, intramuscolare o applicato localmente come unguento.

Tra i più attivamente utilizzati:

  • Thiocolchicoside: Questo medicinale rilassa i muscoli, prevenendo contratture muscolari involontarie che possono aggravare il danno. È usato, di regola, insieme a diclofenac, sia per via orale che come soluzione iniettabile.
  • diclofenac: questo farmaco appartiene alla categoria dei farmaci antinfiammatori. Insieme al tiocolchicoside, viene utilizzato sotto forma di soluzione iniettabile, può anche essere assunto sotto forma di compresse o topicamente sotto forma di un unguento.
  • ketoprofene: Un antinfiammatorio che aiuta ad alleviare il dolore. Può essere applicato localmente come unguento o per via orale.
  • ibuprofene: agente antinfiammatorio usato per alleviare il dolore. Viene somministrato per via orale sotto forma di compresse.
  • paracetamolo: È un antinfiammatorio e analgesico che può essere utilizzato in grandi dosi, in quanto non causa problemi gastrointestinali. Esiste sotto forma di compresse effervescenti e candele.

Classificazione di gravità

La classificazione della tensione muscolare del peritoneo si verifica in base alla gravità della lesione. Nella pratica medica, è consuetudine diagnosticare tutti i casi con distorsioni in tre fasi principali:

  1. Il primo, moderato grado di allungamento, in cui non è richiesto un trattamento speciale e tutti i sintomi e i dolori scompaiono dopo 1-2 settimane, a condizione che il paziente aderisca a un regime di risparmio.
  2. Il secondo, grado moderato, in cui i sintomi sono espressi con un grado medio di intensità, ma scompaiono dopo un paio di settimane. A questo livello, in alcuni casi, i pazienti necessitano di un trattamento qualificato. Il recupero di solito avviene 3-6 settimane dopo l'incidente.
  3. Il terzo, grado grave, in cui si nota spesso una rottura del gruppo muscolare della stampa addominale. I sintomi in questo caso sono pronunciati. Molto spesso, la connessione addominale è rotta. Un muscolo danneggiato non è in grado di contrarsi. Il trattamento, a volte anche chirurgico, dura in questo caso in media 3 mesi.

Sintomi caratteristici

Con uno stiramento dei muscoli addominali, si osservano i sintomi standard caratteristici di questa patologia. Se le distorsioni sono accompagnate da micro-lacrime dei muscoli, i sintomi possono manifestarsi più chiaramente ed essere più intensi. Le principali manifestazioni cliniche di questa patologia possono essere chiamate le seguenti:

  • disagio nell'area dei muscoli danneggiati,
  • dolore quando si cerca di piegare il corpo e tendere i muscoli del peritoneo,
  • dolore acuto intensificante durante la palpazione nel luogo dello stretching,
  • crampi muscolari del peritoneo,
  • in casi particolarmente gravi, è possibile la formazione di edema ed ematoma, che dovrebbe essere un segnale per la vittima ricerca urgente di aiuto qualificato.

Metodi diagnostici per allungare i muscoli del peritoneo

Oltre ai problemi medici associati allo stiramento dei muscoli del peritoneo, molti pazienti devono affrontare problemi di natura estetica.

Al fine di evitare molti problemi con il funzionamento degli organi interni, tra cui il sistema digestivo, la formazione di ernie, l'omissione degli organi interni, ulteriori danni ai muscoli e la loro divergenza lungo la linea centrale del peritoneo dopo il parto, è necessario diagnosticare tempestivamente la distensione. Ciò ti consentirà di nominare il giusto regime di trattamento in tempo utile e contribuirà al completo ripristino del sistema muscolare.

Inoltre, con la manifestazione di eventuali sintomi di tensione muscolare in questa parte del corpo, il trattamento tempestivo per le donne è molto importante, che si stanno preparando per la gravidanza o sono nelle prime fasi della gravidanza. Ciò contribuirà ad evitare una serie di problemi che potrebbero peggiorare in un secondo momento e dopo il parto.

Quali azioni vengono utilizzate nel trattamento

Il trattamento della malattia dipende direttamente dall'intensità e dalla gravità dei sintomi e dal grado di lesione. Quindi, con diversi gradi di gravità, può durare da diversi giorni a diversi mesi.

La cosa principale per i pazienti con questo trauma è garantire il riposo completo per i muscoli addominali e l'assenza di qualsiasi carico, anche il più minimo. Nella vita di tutti i giorni, dovrebbero essere evitati il ‚Äč‚Äčsollevamento di oggetti pesanti, movimenti bruschi e altre azioni che causano la contrazione dei muscoli addominali. Il regime di risparmio è particolarmente importante nei primi due giorni dopo l'incidente.

Per allungamenti moderati e gravi, si consiglia l'esposizione al freddo in sessioni di 15-20 minuti, con pause. Gli impacchi freddi aiuteranno a ridurre il dolore. Come freddo, possono essere utilizzati impacchi di cubetti di ghiaccio avvolti in cellophane e un asciugamano. Non è consigliabile esporre il ghiaccio direttamente alla pelle esposta.

Per alleviare il dolore intenso e intenso, il medico può prescrivere farmaci antinfiammatori e analgesici sotto forma di compresse, iniezioni o unguenti. Ciò contribuirà ad alleviare in modo significativo le condizioni e il benessere generale del paziente.

Quando il dolore scompare, puoi iniziare a allungare gradualmente il muscolo interessato. Per fare questo, puoi eseguire gli esercizi più delicati, complicandoli gradualmente e aumentando il carico.

In alcuni casi, i pazienti con questi problemi devono rivolgersi alla moderna chirurgia plastica. In questo caso, i problemi estetici vengono eliminati in misura maggiore.

Cosa non si deve dimenticare dopo un infortunio

È molto efficace per aiutare a ridurre la probabilità di questo infortunio in un ambiente sportivo riscaldando gli allenamenti prima degli allenamenti diretti. Per fare questo, per 20 minuti si consiglia di eseguire esercizi fisici convenzionali per lo stretching, eseguire sessioni di riscaldamento, ecc.

Al fine di evitare l'allungamento nella vita di tutti i giorni, è necessario calcolare la propria forza quando il lavoro fisico con sollevamento pesi è avanti. Durante la sua implementazione, si consiglia di fare delle pause e riposare.

Per mantenere i loro muscoli in buona forma e rafforzarli, è molto importante dare ai muscoli carichi ottimali su base sistematica. Ad esempio, puoi andare in palestra più volte alla settimana, fare esercizi mattutini o fare jogging ogni giorno.

Guarda il video: PLANTARI? Evitali correggendo le GINOCCHIA: Ecco come scovare un FALSO PIEDE PIATTO (Agosto 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send