Consigli Utili

Come installare Linux Mint

Pin
Send
Share
Send
Send


Ora tutti saranno in grado di installare Linux Mint o qualsiasi altro kit di distribuzione su un computer con macOS, Windows o già installato su supporti completamente puliti.

In generale, OC Linux è installato per vari motivi. Ad esempio, non è possibile installare una nuova versione di Windows o macOS su un computer molto vecchio. Forse hai bisogno di programmi unici che sono disponibili solo su Linux. E molto probabilmente ti annoi con Windows (macOS). Anche se succede in questo modo: hai acquistato un computer, ma OC non è stato installato su di esso e hai deciso di salvare sul sistema operativo, perché tutte le distribuzioni Linux sono assolutamente gratuite.

L'installazione di questo OC è semplicissima. Senza dubbio, ci sono distribuzioni come Arch che sono difficili da installare per un principiante. Ma quasi tutte le nuove distribuzioni si installano molto più facilmente e, soprattutto, più velocemente rispetto ai suoi concorrenti Windows o macOS.

Prima di iniziare l'installazione di questo OC sul computer in uso: si consiglia di scaricare tutti i documenti, le foto e gli altri file importanti sul cloud, poiché quando si lavora con l'allocazione di memoria per il kit di distribuzione, è possibile formattare accidentalmente il supporto e tutto ciò che si trova sul disco rigido, sarà cancellato senza possibilità di recupero. Ma seguendo le nostre istruzioni, tutto andrà bene. Puoi anche usare Linux come secondo sistema operativo.

1. Scarica la distribuzione

Inizia scegliendo una distribuzione. Qui troverai utili le nostre pubblicazioni:

Dopo aver scelto la distribuzione, l'ambiente e la profondità di bit, è necessario scaricarlo. Ma come si fa?

Puoi scaricare la versione russa di Linux Mint direttamente dal nostro sito Web. A tale scopo, seleziona la capacità del tuo processore e la versione richiesta del sistema operativo. Si consiglia di scaricare la distribuzione utilizzando il client torrent, come tramite torrent, questo è molto più veloce rispetto al download diretto dal server.

2. Masterizza la distribuzione su USB o CD

Non hai bisogno di utility di terze parti per masterizzare i tuoi OC su supporti CD; puoi usare le utility standard disponibili su Windows e macOS. Devi solo fare clic con il pulsante destro del mouse sul file ISO scaricato, quindi selezionare la scheda appropriata.

Ma per scriverlo su un'unità USB, è necessario l'utilità Rufus (per Windows) e UNetbootin (per macOS). Capirli non è difficile.

Per windows

Apri il menu Start e scrivi "Creazione e formattazione di partizioni del disco rigido". Aprire questo pannello di controllo e selezionare la sezione ferroviaria da cui si desidera tagliare lo spazio sotto l'OC. Fai clic destro sulla sezione e seleziona "Comprimi volume". Nella maggior parte dei casi, sotto Linux, 20 Gb sono sufficienti, ma se installerai programmi e utility voluminosi, mettine di più.

Questo processo richiederà molto tempo, quindi devi aspettare. Al termine della compressione del volume, verrà visualizzato un nuovo spazio non allocato. Sarà evidenziato in nero, bene noterai. Qui è dove verrà installata la tua distribuzione.

Su macOS, anche questo è facile. Questo viene fatto tramite l'Utility disco predefinita. Devi selezionare il tuo disco, fare clic sull'icona "+" e creare una partizione.

4. Preparazione del bootloader

Cominciamo con un OC più complesso: è macOS. Come preparare il bootloader su questo sistema? Rendendolo più difficile su dispositivi Apple che su altri, ma tutti possono farlo. Innanzitutto, disattivare SIP. Prima di tutto, premi Cmd + R.

Il menu di ripristino dovrebbe aprirsi. Seleziona "Terminale", quindi inserisci questo comando - csrutil disable. Riavvia il dispositivo - SIP è disabilitato. Successivamente, dovrai scaricare e installare il programma rEFInd. Questo programma ti consentirà di eseguire macOS, Windows e Linux sul tuo dispositivo, perché il programma di boot camp predefinito può eseguire solo Windows e macOS.

Decomprimi l'utilità scaricata, dopodiché apri nuovamente il "terminale" e inserisci il comando "elenco diskutil". Cerca nell'elenco visualizzato per il tuo bootloader EFI (principalmente / dec / disk0s1). Quindi, immettere il comando - mount / dec / disk0s1 trascinando il file install.sh (che si trova nella cartella decompressa) nel terminale, installare l'utilità.

Se hai installato Windows 7 o una versione precedente, salta questo passaggio.

Se hai una versione di Windows 8 o una versione più recente, allora usi il bootloader UEFI, non ti permetterà di eseguire nessun altro OC. Quindi ora lo sistemerai. Prima di tutto, riavvia il PC e vai nelle impostazioni del BIOS, trova la funzione - Avvio sicuro e disabilitalo, tutto fatto. Resta da installare il tuo nuovo OC.

6. Inizio dell'installazione

Dopo aver iniziato dal supporto, verrai accolto dalla finestra di installazione di Linux. Quasi tutte le distribuzioni utilizzano la stessa sequenza di installazione. Seleziona la lingua del sistema, quindi fai clic su "Installa". Segui i passaggi come nello screenshot.

NOTA! Se la tua connessione Internet è scadente, non dovresti scegliere il primo elemento, perché tutti gli ultimi aggiornamenti verranno scaricati e ci vorrà molto tempo con una connessione Internet scadente.

7. Partizionamento del disco

A questo punto dovresti stare più attento. Questo passaggio è diviso in due parti, in cui esistono due tipi di installazione (automatica e manuale).

  1. La prima parte è per coloro che vogliono installare Linux Mint come OC principale.
  2. Il secondo è per coloro che vogliono installare Linux e lasciare l'OC principale.

Differenze di ramo

In precedenza, Linux Mint poteva essere installato con varie shell: Fluxbox, MATE, KDE, LXDE, Xfce. Ma nel tempo, gli sviluppatori hanno abbandonato la maggior parte delle interfacce, lasciando per il momento solo MATE, Xfce e la loro shell: Cinnamon. È oltre Cinnamon che vengono fatti più sforzi e nel rilascio di 19 Tara, si nota un significativo aumento dell'ottimizzazione.

Questo tutorial utilizzerà l'ultima versione di Linux Mint 19 Tara al momento della scrittura, che a sua volta si basa su LTS (supporto inglese nel tempo) Ubuntu 18.04. Il primo passo è scegliere la dimensione in bit della distribuzione che si desidera scaricare, è facile farlo:

  • Per computer meno recenti con RAM inferiore a tre gigabyte - immagine a 32 bit
  • Per computer con più RAM di quattro gigabyte: un'immagine a 64 bit.

Un'immagine a 32 bit è stata scelta come esempio.

Successivamente, sorge la domanda sulla shell. Come accennato in precedenza, gli sviluppatori stanno gradualmente abbandonando i gusci di altre persone, concentrandosi da soli. Fai una scelta in base alle capacità del computer. La maggior parte delle risorse richiede almeno Cannella - Xfce. È più redditizio installare LM con la shell principale, poiché è più moderno e ha un desktop completo. Se il PC non lo consente e c'è bisogno di Xfce, allora è meglio abbandonare Linux Mint e rivolgere la tua attenzione su Xubuntu. Lo stesso vale per MATE. Ecco perché qui verrà considerata l'installazione della distribuzione con il guscio di Cannella.

Dopo aver scaricato dall'immagine, è necessario creare un'unità flash USB Live avviabile con il programma di installazione del sistema operativo. Gli utenti Linux possono farlo direttamente dal terminale, ma da Windows dovrai scaricare software aggiuntivo. Su Internet puoi trovare molti consigli, molti dei quali non funzioneranno. Per l'anno 2018, ci sono due programmi più ottimali che dovrebbero essere considerati: UNetbootin ed Etcher.

1. Scarica la distribuzione Linux

Prima di tutto, devi scegliere una distribuzione Linux. La valutazione di DistroWatch.com ti aiuterà a decidere.

Quindi è necessario scaricare la distribuzione selezionata. Per semplificare è semplice: apri il sito della distribuzione desiderata, trova la sezione download e seleziona quella adatta al tuo processore in termini di profondità di bit.

In genere, le distribuzioni Linux su siti ufficiali sono invitate a scaricare in due modi. Il primo modo è un download regolare. Il secondo - tramite P2P attraverso il client torrent. Il secondo modo è naturalmente più veloce. Quindi scegli se vuoi risparmiare tempo.

2. Masterizza la distribuzione su supporto

Quando viene scaricato il kit di distribuzione in formato ISO, è necessario masterizzarlo su un CD o su una normale unità flash USB.

La masterizzazione su CD può essere eseguita utilizzando gli strumenti di sistema standard: "Masterizzare un'immagine disco" di Windows o "Utilità disco" macOS. Basta fare clic sull'immagine scaricata con il tasto destro del mouse e selezionare la voce appropriata nel menu.

Per scrivere l'ISO sull'unità flash USB, sono necessarie utilità speciali. Per Windows, è meglio scegliere Rufus, e per macOS, UNetbootin. Questi programmi hanno un'interfaccia molto semplice, è abbastanza difficile confondersi con essi.

3. Preparare la partizione del disco

Questo elemento dovrebbe essere seguito se si desidera mantenere il sistema installato e utilizzare Linux contemporaneamente con esso. Se decidi di trasferire completamente il tuo computer su Linux o di installare il sistema operativo su un disco rigido vuoto, salta il paragrafo.

Apri lo strumento Gestione disco di Windows. Seleziona l'unità o la partizione da cui intendi tagliare un po 'di spazio per l'installazione di Linux. La maggior parte delle distribuzioni ha più di 10 GB. Ma se prevedi di installare molte applicazioni, prendine di più. Fai clic destro sulla sezione e seleziona "Comprimi volume". Immettere la dimensione e fare clic su OK.

Il processo può richiedere del tempo, quindi sii paziente.

Quando "Disk Management Tool" termina il ridimensionamento delle partizioni, sul disco verrà visualizzato uno spazio vuoto non allocato contrassegnato in nero. Lì installeremo Linux.

Successivamente, se non hai bisogno di Linux, puoi eliminare le partizioni con esso e restituire lo spazio libero a Windows utilizzando gli stessi "Strumenti di gestione disco".

È possibile allocare spazio per l'installazione di Linux tramite l'utilità disco MacOS. Seleziona l'unità e fai clic sull'icona "+" per creare una partizione per Linux. La creazione di una nuova partizione potrebbe richiedere del tempo.

Installazione manuale

Selezionare solo se si desidera impostare le dimensioni di ciascuna sezione singolarmente. Per fare ciò, selezionare l'ultima riga "Un'altra opzione".

Qui puoi gestire completamente la tua ferrovia: allocare spazio per ogni sezione, eliminare sezioni, crearle, ecc.

Per installare il kit di distribuzione anziché OC, è necessario fare clic sulla sezione in cui si trova il vecchio sistema operativo Windows o macOS, eliminarlo facendo clic sull'icona "-".

Successivamente, crea nuove sezioni di cui hai bisogno. Definisci le stesse impostazioni degli screenshot, ad eccezione delle dimensioni, le scegli tu stesso. Inoltre, non dimenticare SWAP, una sezione necessaria per i proprietari di computer con RAM fino a 8 GB.

Nell'elenco dei file system, selezionare "Scambia partizione", altrimenti le impostazioni sono le stesse della partizione in OC.

Dopo aver fatto clic su "Continua" e anche confermare le modifiche, inizierà il processo di installazione.

4. Preparare il bootloader

Questo elemento si applica solo ai nuovi computer che eseguono Windows 10, 8.1 o 8. preinstallato. Questi computer utilizzano il bootloader UEFI, che non consente di avviare sistemi diversi da Windows.

Per risolvere questo problema, vai alle impostazioni del BIOS del tuo computer e disabilita l'opzione Avvio protetto. Quindi riavviare. Fatto, ora puoi scaricare e installare altri sistemi vicino a Windows.

A differenza della maggior parte dei computer, un Mac richiede un paio di passaggi aggiuntivi per installare Linux su un doppio avvio con macOS.

Prima di tutto, disabilitare SIP. Riavvia il Mac e premi Cmd + R. Viene visualizzato il menu Ripristino. Seleziona "Terminale" in esso e inserisci csrutil disable.

Riavvia di nuovo il Mac. SIP è disabilitato.

Scarica e installa rEFInd. L'utilità Boot Camp integrata può aiutarti a installare solo Windows. rEFInd può caricare macOS, Windows e Linux. Quindi puoi scegliere quale sistema verrà avviato all'avvio.

Disimballare rEFInd. Quindi aprire "Terminale" e inserire l'elenco diskutil. Trova il nome del tuo bootloader EFI nell'elenco che appare. Molto spesso è / dev / disk0s1.

Digitare mount / dev / disk0s1 e avviare l'installazione di rEFInd trascinando install.sh dalla cartella decompressa nel "Terminale.

8. Installazione completa

Al termine dell'installazione, ti verrà chiesto di inserire la città in cui ti trovi in ​​una finestra per determinare il tuo fuso orario. Dopo dovrai inserire il tuo nome, il nome del computer e trovare una password. Ricordati di ricordare la password, perché ti servirà per accedere al sistema, lavorare nel terminale e molto altro.

Al completamento dell'installazione, sarà necessario rimuovere il supporto di installazione e riavviare il computer. A proposito, non dimenticare di restituire l'ordine di avvio del supporto nelle impostazioni del BIOS (se hai cambiato l'ordine).

Cosa fare dopo il riavvio?

Dopo il riavvio, puoi fare la stessa cosa di prima in Windows e macOS: lavorare, giocare, sederti nei servizi sociali. reti, guardare film e cose del genere. Assicurati di aggiornare tramite il terminale e vedi cosa ti offre l'Application Store per installare i programmi di cui hai bisogno.

Installa Linux Mint

La distribuzione di Linux Mint, come qualsiasi altra distribuzione basata su Linux, non è impegnativa per l'hardware del computer. Ma al fine di evitare una perdita di tempo insensata, si consiglia di familiarizzare con i requisiti di sistema sul sito Web ufficiale.

L'articolo mostrerà l'installazione della distribuzione con l'ambiente di lavoro di Cinnamon, ma puoi definirne uno qualsiasi, l'importante è che il tuo computer abbia caratteristiche tecniche sufficienti. Tra le altre cose, dovresti avere almeno un'unità flash da 2 GB con te. Un'immagine del sistema operativo verrà registrata su di essa per un'ulteriore installazione.

6. Inizia l'installazione di Linux

Benvenuto nel programma di installazione di Linux. Per un esempio prenderemo il kit di distribuzione di Ubuntu. Ma i processi di installazione di Mint, openSUSE, Fedora, Debian, Manjaro e la maggior parte delle altre distribuzioni sono quasi identici.

Un'eccezione sono le distribuzioni che utilizzano l'installer pseudografico. L'unica differenza seria tra un tale programma di installazione - in esso devi scegliere le opzioni usando i tasti. Altrimenti, tutto è uguale.

Seleziona la lingua che desideri utilizzare nel sistema e fai clic su "Installa". Quindi selezionare "Installa software di terze parti" in modo che Linux possa utilizzare driver e codec proprietari. L'opzione "Scarica aggiornamenti durante l'installazione" può essere attivata o disattivata se non si dispone di una connessione Internet molto veloce.

Come installare Linux invece del sistema attuale

Quindi, hai deciso di installare Linux invece del tuo attuale sistema (o su un disco rigido vuoto). Vi sono due opzioni.

automatico

Il programma di installazione cancellerà tutti i dati dal tuo disco, creerà nuove partizioni e installerà il sistema senza disturbarti con domande inutili. Per fare ciò, selezionare "Cancella disco e installa Linux". Prima di eseguire un'installazione pulita, salvare i file su un altro disco rigido o su un archivio cloud.

manuale

È adatto se desideri impostare tu stesso le dimensioni delle tue partizioni o, ad esempio, creare una sezione separata per i tuoi file. Per fare ciò, selezionare "Un'altra opzione" e fare clic su "Continua".

Linux mostrerà quali partizioni hai sul tuo computer. Puoi eliminarli, formattarli o, al contrario, non toccare le sezioni con le informazioni che desideri salvare.

Per installare Linux invece del tuo sistema, seleziona la partizione con il sistema installato ed eliminala con il pulsante “-”. Quindi, nello spazio libero, crea nuove partizioni.

  • La partizione di root per i file di sistema di Linux. Selezionare il file system Ext4 e il punto di montaggio /.
  • Una partizione di swap o una partizione di swap è utile se non si dispone di RAM sufficiente, ma di un SSD veloce. Nell'elenco dei file system, selezionare Scambia partizione.
  • Sezione principale in cui verranno archiviati i file. Seleziona il file system Ext4 e il mount point / home.

Fai clic su Continua e conferma le modifiche. Il programma di installazione cancellerà le partizioni selezionate e ne creerà di nuove nello spazio libero.

Come installare Linux vicino al sistema attuale

Esistono due modi per installare Linux accanto al tuo sistema.

automatico

La maggior parte dei programmi di installazione di Linux rileva immediatamente i sistemi installati. Se non hai creato uno spazio su disco separato per Linux, puoi provare a selezionare "Installa accanto a Windows". Il programma di installazione creerà le partizioni necessarie da solo e non dovrai fare nulla manualmente.

manuale

Se si desidera determinare da soli lo spazio da allocare al sistema e seguire le istruzioni nel passaggio 3, fare clic su "Un'altra opzione" e fare clic su "Continua". Vedrai le partizioni del tuo disco e lo spazio vuoto che abbiamo preparato per Linux. Crea lì una partizione di root (mount point /), come descritto sopra. In questo caso, la sezione home è facoltativa: è possibile copiare e modificare i file nel sistema principale.

Fai clic su Continua. Il programma di installazione lascerà i tuoi file al loro posto. Creerà semplicemente nuove partizioni nello spazio libero. È possibile scegliere quale sistema si desidera caricare all'avvio.

8. Completare l'installazione di Linux

Quindi tutto è semplice. L'installatore potrebbe chiederti dove sei per determinare il fuso orario e chiederti di selezionare la lingua di input preferita.

Quindi ti verrà chiesto di presentarti. Inserisci il tuo nome e crea una password. Non dimenticare la password, perché ne avrai costantemente bisogno per eseguire attività per conto di tutti. Se lo desideri, puoi crittografare la tua cartella home.

Quindi aspetta. Al termine dell'installazione, verrà richiesto di rimuovere il disco di installazione e riavviare. Non dimenticare di disabilitare l'avvio da unità esterne nel BIOS se è stato abilitato.

Passaggio 4: avviare l'installazione

Per iniziare l'installazione di Linux Mint, è necessario seguire questi passaggi:

    Avvio del computer da un'unità flash USB, il menu di installazione verrà visualizzato di fronte a te. È necessario scegliere «Start Linux Mint».

После довольно продолжительной загрузки вы попадете на рабочий стол пока еще не установленной системы. Кликните по ярлыку «Install Linux Mint», чтобы запустить программу установки.

Примечание: войдя в ОС с флешки, вы можете полноценно пользоваться ею, хотя она еще и не установлена. Это отличная возможность ознакомиться со всеми ключевыми элементами и определиться, подходит ли Linux Mint вам или нет.

На следующем этапе рекомендуется установить стороннее ПО, это обеспечит работу системы без ошибок сразу после ее инсталляции. Но если интернет-соединение у вас отсутствует, то выбор ничего не изменит, так как все ПО подгружается из сети.

Теперь перед вами стоит выбор, какой тип установки выбрать: автоматический или ручной. Если вы устанавливаете ОС на пустой диск или все данные на нем вам не нужны, то выбирайте «Стереть диск и установить Linux Mint» e clicca Installa Ora. Nell'articolo analizzeremo la seconda opzione di layout, quindi imposta l'opzione su "Un'altra opzione" e continua con l'installazione.

Successivamente, si aprirà il programma per contrassegnare il disco rigido. Questo processo è piuttosto complesso e voluminoso, quindi di seguito lo considereremo in modo più dettagliato.

Passaggio 5: partizionamento del disco

Il layout manuale del disco consente di creare tutte le sezioni necessarie per un funzionamento ottimale del sistema operativo. Infatti, per far funzionare Mint, è sufficiente una sola partizione di root, ma per aumentare il livello di sicurezza e garantire un funzionamento ottimale del sistema, ne creeremo tre: le partizioni root, home e swap.

    Il primo passo è determinare dall'elenco situato nella parte inferiore della finestra il supporto su cui verrà installato il bootloader del sistema GRUB. È importante che si trovi sulla stessa unità in cui verrà installato il sistema operativo.

Successivamente, è necessario creare una nuova tabella delle partizioni facendo clic sul pulsante con lo stesso nome.

Successivamente, dovrai confermare l'azione: fai clic sul pulsante "Continua".

Nota: se il disco è stato precedentemente partizionato e ciò accade quando un sistema operativo è già installato sul computer, questa voce di istruzione deve essere ignorata.

Si aprirà una finestra Crea partizione. Dovrebbe specificare la dimensione dello spazio allocato, il tipo di nuova partizione, la sua posizione, l'applicazione e il punto di montaggio. Quando si crea la partizione di root, si consiglia di utilizzare le impostazioni mostrate nell'immagine seguente.

Dopo aver inserito tutti i parametri, premere "OK".

Nota: se si installa il sistema operativo su un disco con partizioni già esistenti, determinare il tipo di partizione come "Logico".

Nota: la quantità di memoria allocata per la partizione di swap deve essere uguale alla quantità di RAM installata.

Nota: sotto la partizione home, selezionare tutto lo spazio su disco rimanente.

Apparirà una finestra in cui verranno elencate tutte le azioni eseguite in precedenza. Se non hai notato nulla in più, fai clic su "Continua"se ci sono discrepanze - "Indietro".

Questo segna il layout del disco e rimane solo per effettuare alcune impostazioni di sistema.

Cosa fare dopo l'installazione

Quando riavvii e il desktop Linux appare di fronte a te, puoi fare lo stesso che su Windows e macOS: navigare in Internet, modificare documenti e ascoltare musica. Non dimenticare di aggiornare e guardare "Application Store" (o il suo analogo a seconda del kit di distribuzione) per reinstallare le applicazioni necessarie.

Prova Linux e vedrai che nella vita di tutti i giorni non è più complicato di Windows o macOS.

Passaggio 6: installazione completa

Il sistema ha già iniziato a essere installato sul tuo computer, in questo momento ti viene richiesto di configurare alcuni dei suoi elementi.

    Inserisci la tua posizione e fai clic "Continua". Esistono due modi per farlo: fare clic sulla mappa o inserire manualmente un insediamento. Il tempo del tuo computer dipenderà dal tuo luogo di residenza. Se hai fornito informazioni errate, puoi modificarle dopo aver installato Linux Mint.

Definire un layout di tastiera. Per impostazione predefinita, è selezionata la lingua appropriata per il programma di installazione. Ora puoi cambiarlo. Questo parametro può essere impostato allo stesso modo dopo l'installazione del sistema.

Compila il tuo profilo. Devi inserire il tuo nome (puoi inserirlo in cirillico), nome del computer, nome utente e password. Presta particolare attenzione al nome utente, poiché tramite esso riceverai i diritti di superutente. Inoltre, in questa fase è possibile determinare se accedere automaticamente al sistema o richiedere una password ogni volta che si avvia il computer. Per quanto riguarda la crittografia della cartella principale, selezionare la casella se si prevede di configurare una connessione remota al computer.

Nota: quando si imposta una password di pochi caratteri, il sistema scrive che è breve, ma ciò non significa che non possa essere utilizzato.

Dopo aver specificato tutti i dati utente, la configurazione verrà completata e non resta che attendere il completamento del processo di installazione di Linux Mint. È possibile monitorare l'avanzamento concentrandosi sull'indicatore nella parte inferiore della finestra.

Nota: durante l'installazione, il sistema rimane operativo, quindi è possibile ridurre a icona la finestra di installazione e utilizzarla.

conclusione

Al completamento del processo di installazione, ti verrà offerta una scelta di due opzioni: rimanere nel sistema corrente e continuare a studiarlo o riavviare il computer ed entrare nel sistema operativo installato. Rimanendo, tenere presente che dopo un riavvio tutte le modifiche apportate scompariranno.

Grazie all'autore, condividi l'articolo sui social network.

Altri articoli su questo argomento:

Alla prima installazione su una macchina virtuale, richiede un nome utente e una password ... ma come li conosco? Sono nuovo, voglio provare. Forse puoi aiutarmi con un consiglio. Grazie in anticipo

Ciao Saremo felici di aiutarti! Infatti, dopo aver installato Linux Mint (anche su un computer, anche su una macchina virtuale), il sistema richiederà una password al primo avvio. L'hai inserito direttamente durante l'installazione. La finestra di input è mostrata nell'immagine. Se vengono richiesti un nome utente e una password, provare a inserire nuovamente i dati specificati durante l'installazione del sistema stesso. Per consigli più accurati, descrivi in ​​dettaglio cosa hai fatto e dove sono sorti esattamente i problemi.

Mi sono fermato al punto 7. Dopo aver fatto clic sul pulsante Installa, ora viene visualizzato il messaggio "Il file system radice non è definito". Ho provato a installare lo stesso messaggio su tutte le partizioni create.

Ciao Oksana. Il motivo della comparsa di questo messaggio potrebbe risiedere nel punto di connessione non assegnato. In caso contrario, controlla se la casella di controllo sulla voce "Formato" è valsa la pena. Se questo non aiuta, quindi si prega di inviare uno screenshot o una foto normale da un cellulare con il layout del disco, questo aiuterà a risolvere il problema.

Ciao Oksana, sarà più facile per te cancellare questa vespa, se solo tu hai installato e installato in un modo nuovo, il file system radice è indicato nella sezione: / con questa linea obliqua Jose e tutto il resto che aprirà per me dieci volte da allora. Un'altra memoria del villaggio non cambia più per mettere le tre sezioni principali, ora è diventato molto più facile e prima era semplicemente impossibile, quindi sfondare un po 'di persistenza e funzionerà presto, lo metterò anche se vivo per strada.

Come abbattere il sistema operativo Linux Mint? Già torturato. Grazie in anticipo!

Ciao Ruslan. A quanto ho capito, è necessario considerare la situazione in cui Linux Mint è installato accanto a un altro sistema operativo, ad esempio Windows. In questo caso, è necessario effettuare alcuni preparativi in ​​modo che dopo aver rimosso Linux Mint dal disco rigido, Windows si avvii.

1. È necessario ripristinare il caricatore di avvio di Windows, rimuovendo in tal modo GRUB. Abbiamo articoli su questo argomento sul sito che spiegano tutto in modo intelligente. Ecco un articolo per Windows XP - / windows-xp-boot-loader-restore / e per Windows 7 - / recover-mbr-boot-record-in-windows-7 /. Se usi una versione successiva del sistema operativo, applica le istruzioni a Windows 7: è comune con l'ottava e la decima versione di Windows.

2. Accedi a Gestione disco. Puoi imparare come farlo da questo articolo: / disk-managment-windows-8 /.

3. Quindi, eliminare i volumi il cui spazio è occupato dal sistema operativo Linux Mint. Per fare ciò, fare clic sul volume PCM e selezionare la riga "Elimina volume". A proposito, per determinare quello corretto per l'eliminazione, è possibile navigare nel file system. Su Linux Mint, può essere il seguente: ext2, ext3, ext4 e swap (partizione di swap). può anche essere determinato dalla dimensione.

Dopo che il volume è stato eliminato, è possibile riavviare il computer: Linux Mint viene eliminato. Se ci sono problemi durante l'esecuzione dell'istruzione, quindi scrivere nei commenti: proveremo a capirlo insieme.

Ciao, ho una vespa. Voglio reinstallare su Windows.

Quindi è ancora più facile!

1. È necessario registrare un'unità flash USB avviabile con la versione corretta di Windows.
2. Avviare il computer da esso.
3. Installa il sistema operativo.

Puoi scoprire come farlo in questi articoli:

• creazione di un'unità flash avviabile: / how-to-create-a-boot--usb-flash-drive /
• avviare il computer da un'unità flash: / how-set-boot-from-flash-drive-bios /
• Installazione di Windows: / how-install-windows-from-flash-or-cd /

Si noti che quando si esegue il markup del disco rigido, inizialmente è necessario eliminare completamente tutte le partizioni. È facile farlo - seleziona la sezione e fai clic sul pulsante "Elimina". Successivamente, avrai spazio non allocato: crea le partizioni necessarie in Windows e continua l'installazione.

Se hai problemi, scrivi.

Buon giorno, il problema è che il BIOS non si avvia da un'unità flash, sebbene tutto sia impostato

Ciao Quindi ci possono essere due motivi: hai creato in modo errato un'unità flash USB avviabile o impostato in modo errato le impostazioni del BIOS. E poiché hai detto che eri su Linux Mint, oso supporre che il problema sia nella creazione. Il fatto è che l'istruzione fornita con questo link: / how-to-create-a-bootable-usb-flash-drive / è applicabile su Windows. Hai la possibilità di usarlo su un altro computer Windows o segui questi passaggi sul tuo computer Linux:

1. Scarica un programma speciale per creare un'immagine di boot in Linux: http://wiki.rosalab.ru/en/index.php/ROSA_ImageWriter
2. Eseguilo.
3. Selezionare un'immagine Windows precaricata.
4. Inizia il processo di creazione di un'unità flash USB avviabile.

Il programma ha solo un'opzione, quindi non confonderti di sicuro :). Successivamente, consiglio di non accedere al BIOS, ma solo al riavvio, premere F9 fino a visualizzare il menu. In esso, seleziona l'unità flash. Successivamente, verrà avviato il programma di installazione di Windows. Spero che questo ti aiuti di sicuro, in caso contrario, quindi scrivi il motivo: lo scopriremo.

Grazie per l'articolo
Di fronte a un problema. Ho un netbook ACER Aspire ES 11 con 2 GB di RAM. tutto è stato installato con successo. e pubblica le modifiche all'avvio del sorgente di avvio, allo schermo scuro e al silenzio. Stessa cosa con Lubuntu, Ubuntu, ecc.
Dimmi cosa sto facendo di sbagliato. Unità flash, rispettivamente, dal nido

Salve, Dmitry. Non è chiaro cosa intendi esattamente. Puoi per favore descrivere più dettagliatamente alcuni punti:

• L'installazione di Linux è riuscita per te?
• Dopo il riavvio, appare GRUB (bootloader di sistema), da dove scegli Linux per iniziare?
• Quanti sistemi operativi hai sul tuo computer?
• Quali modifiche apportate a BOOT?
• A che punto appare lo schermo scuro? Immediatamente dopo aver apportato modifiche o durante l'avvio del computer?
• Quali sezioni sono state create durante l'installazione?

Installato Linux Mint 18.1 Cinnamon (64-bit): 18.1 con la creazione di 3 partizioni (scambio) del root / e dell'uscita di casa con il riavvio del PC. L'unità flash viene rimossa. Lo schermo nero con il cursore in alto. Dopo aver inserito il BIOS e aver cambiato la priorità dall'unità flash Nessun caricamento. uno schermo con un cursore. Ho provato tutte le opzioni da Bios tranne CD e USB USB FDD))) C'è un download dall'unità flash. Acer / 1 TV 6 laptop RAM.? Cosa c'è che non va? L'installazione è andata a buon fine, GRUB non c'era, One OS Linux Mint 18.1 Cinnamon , Legacy in BOOT, non ho apportato subito modifiche dopo aver installato un riavvio,

Ciao Serge A giudicare dalla descrizione, il problema risiede nel bootloader di GRUB. La modifica del disco prioritario per avviare il PC non aiuta, è necessario ripristinare GRUB o installarlo se ciò non è avvenuto durante l'installazione. Per fare ciò, segui queste istruzioni:

1. Inserire l'unità flash USB avviabile nel computer e impostarla come prioritaria nel BIOS. Puoi scoprire come farlo correttamente da questo articolo: / how-set-boot-from-flash-drive-bios /
2. Dal menu di installazione di Linux, selezionare "Avvia Linux Mint"
3. Dopo essere entrati nel desktop del sistema operativo, aprire il "Terminale". Questo può essere fatto attraverso il menu, che si trova nell'angolo in basso a sinistra dello schermo.
4. Nel "Terminale", esegui il comando "lsblk".
5. Di conseguenza, viene visualizzato un elenco di tutte le partizioni create sul disco rigido. Devi scoprire il nome della radice. Puoi farlo orientandoti nella colonna "MOUNTPOINT". Di fronte alla sezione principale sarà presente il simbolo "/". Allo stesso tempo, il disco avrà un nome come "sdXY", dove invece di X ci sarà una lettera latina e invece di una scintilla, ci sarà un numero. Solo la lettera è importante per noi. Supponiamo di avere una sezione "sda" (ciò accade spesso se nel PC è installato un solo disco rigido).
6. Dopo aver appreso il nome della partizione, è necessario eseguire il comando "sudo grub-install / dev / sda" nel "Terminale". Ricordo che la partizione non può essere chiamata "sda", ma, ad esempio, "sdb" o "sdc".
7. Attendere il completamento dell'installazione di GRUB ed eseguire l'ultimo comando: sudo update-grub.

Successivamente, rimuovere l'unità flash USB dal computer e riavviarla. Il bootloader deve essere installato e in esso dovrai selezionare Linux Mint per iniziare. A proposito, le immagini seguenti mostrano un esempio dell'esecuzione di tutti i comandi.

UNetbootin

Un software abbastanza vecchio, con il quale non è possibile scaricare l'immagine, poiché nel suo database ci sono molte distribuzioni Linux / GNU (scaricate e scritte sull'unità flash USB stesse), tuttavia, non sono sempre l'ultima versione. Pertanto, è meglio utilizzare il file .iso. Scaricalo dalla pagina ufficiale di Github (https://unetbootin.github.io/) selezionando il tuo sistema operativo.

Il processo di registrazione è molto semplice, basta fare pochi clic: seleziona la tua immagine tramite Explorer e fai clic sul pulsante «OK», assicurandosi che l'unità flash sia bloccata nel connettore della scheda madre e sia visualizzata correttamente nel sistema.

È preferibile formattare un'unità rimovibile prima, sebbene la maggior parte dei software lo faccia da sola. Per fare ciò, basta fare clic destro su di esso e selezionare il formato. Nella finestra che appare, non è necessario modificare nulla.

Dopo aver completato l'estrazione dei file da .iso e l'installazione del bootloader dall'unità flash USB, è possibile avviare la versione Live di Linux Mint.

Windows non visualizzerà più correttamente un'unità flash USB avviabile con Linux, il che renderà impossibile la formattazione. Pertanto, non è consigliabile eseguire ulteriori manipolazioni.

L'uscita della versione stabile di Etcher è stata rilasciata nel 2018. Le interazioni con questo programma si riducono anche a pochi clic del mouse, tuttavia, se a volte sorgono problemi con UNetbootin, Etcher svolge la sua funzione senza fallo. È possibile scaricare il software dal sito Web ufficiale, che determinerà immediatamente il sistema operativo utilizzato e offrirà la versione giusta.

Etcher ha un design piacevole e moderno, a differenza del obsoleto UNetbootin.

Non è necessario configurare nulla, basta fare clic sull'unico pulsante attivo "Seleziona immagine", seleziona un'immagine nell'esploratore aperto. Quindi è possibile fare clic sul pulsante «Flash!».

Al termine della registrazione, l'unità flash diventerà avviabile.

Formattazione di un'unità flash dopo aver eseguito tutte le operazioni su Linux.

Come modificare la priorità di avvio dal disco rigido a un'unità flash USB tramite il BIOS è disponibile qui.

Raccomandazioni primarie

Dopo il riavvio, il sistema si avvierà nel sistema operativo Linux Mint appena installato. Prima di iniziare a utilizzare il sistema, è necessario installare tutto ciò che viene offerto dal gestore degli aggiornamenti software. Per fare ciò, devi fare clic sull'icona dello scudo, che si trova nella barra delle applicazioni.

Quindi verrà offerto di configurare «Timeshift» - Applicazione di amministrazione con la quale è possibile creare snapshot di backup del sistema. Per una maggiore sicurezza, è meglio accettare l'impostazione. Puoi farlo nella finestra del gestore aggiornamenti o eseguendolo tu stesso «Timeshift». Nella procedura guidata di installazione, è meglio fare clic su "Avanti", durante il quale verranno valutate le dimensioni del sistema e verrà selezionato il programma per la creazione di immagini. L'opzione migliore è un livello giornaliero di scatti.

Nessuna configurazione nella procedura guidata di installazione deve essere modificata, ad eccezione della scelta indipendente del livello di creazione delle immagini.

Ora devi fare gli aggiornamenti, il che è estremamente semplice. Inizialmente, sarà disponibile un solo aggiornamento: "The Linux Mint Update Manager". Dopo averlo scaricato, appariranno tutti gli altri attualmente disponibili. Devono essere installati, in quanto contiene versioni più recenti del kernel Linux, browser, varie applicazioni, ecc.

Se l'installazione ha avuto esito positivo, è possibile riavviare il computer e iniziare a utilizzare il sistema.

Guarda il video: Come resuscitare un PC vecchio! Installare Linux Mint (Agosto 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send