Consigli Utili

K Come descrivere la scena in un libro

Pin
Send
Share
Send
Send


Nella maggior parte dei manoscritti in arrivo, gli autori non si preoccupano di creare un mondo che sia comodo per il lettore. Inoltre, spesso i tuoi eroi vivono e agiscono in uno spazio vuoto. Immagina un'azione che si svolge su un palco nudo. Quindi, sotto forma di una scena nuda, una palla bianca vuota, l'editor vede il mondo del tuo lavoro se non contiene una descrizione della scena.

Ricordiamo di cosa si tratta.

"Una volta alla settimana gli veniva concesso di passare la notte ... qui, nella torre del nonno, correva su per la scala a chiocciola scura fino alla cima e andava a letto in questa dimora di un mago, tra tuoni e visioni, e presto, quando persino il lattaio non aveva ancora fatto tintinnare bottiglie per le strade, mi sono svegliato e ho proceduto alla magia preziosa.

In piedi nell'oscurità vicino alla finestra aperta, prese un pieno ventre d'aria ed esplose con tutte le sue forze.

Le luci della strada si spensero in un istante, come candele su una torta di compleanno nera. Douglas soffiò ancora e ancora, e le stelle iniziarono a svanire nel cielo ...

Nella nebbia nascosta, i rettangoli esplodevano uno dopo l'altro - le luci erano accese nelle case. Lontano, molto lontano, all'alba, un'intera serie di finestre si illuminò all'improvviso ...

Dirigendo con la sua orchestra, Douglas allungò imperiosamente la mano verso est.

E il sole sorse.

Douglas incrociò le braccia sul petto e sorrise come un vero mago. "Ecco fatto", pensò. "Solo io ho ordinato - e tutti hanno saltato, tutti hanno corso. L'estate sarà fantastica!"

E alla fine si guardò intorno e schioccò le dita.

Le porte delle case si aprirono, la gente uscì.

L'estate del diciannovesimo ventottesimo è iniziata. "

Ray Bradbury. Vino ottenuto da denti di leone.

C'è un mondo? C'è. Vedi la città? Noi vediamo. (Fai attenzione, non solo vediamo, ma sentiamo anche: la menzione del lattaio e delle bottiglie tintinnanti, un clic delle dita.) Cos'altro ottiene l'autore con questa descrizione, è necessario dire? Una conoscenza straordinaria, eccitante con un ragazzo molto carino. Creare un umore generale. Il lettore, ovviamente, non chiede: "Come fa l'autore?" - Vuole semplicemente stare con Douglas entro la fine del capitolo e trascorrere una fantastica estate con lui. Come sai, il desiderio del lettore di rimanere nel mondo che hai creato definisce quasi tutto per il libro.

Perché non puoi farlo? Proviamo a capirlo. Possibile ragione numero uno: tu stesso non vedi il mondo che stai cercando di creare. Possibile motivo numero due: sei troppo pigro per accendere il cervello: (sì, è molto più facile scrivere: "Douglas si sentiva un mago onnipotente, al quale obbediscono sia gli uomini che i corpi celesti"). Ci sono tre ragioni: leggi da qualche parte che la scena deve essere descritta, ma non puoi rispondere alla tua domanda sul perché. Il possibile motivo è il numero X (è anche il principale) - non sai come fare e non capisci come puoi utilizzare la descrizione della scena nei tuoi interessi.

Esempi dai manoscritti in arrivo:

"È bello vivere a Old Bor. Il posto è tranquillo, accogliente e disabitato. ”

Sì, tutto qui. Guarda questo come un lettore. Stary Bor è la scena principale dell'opera. L'autore ha creato un mondo per te? Sei immerso in esso? C'è qualche sensazione ?! (Vuoi passare l'estate al suo interno.) Quindi l'autore ci porta al castello, nella sala da pranzo, nella stanza della principessa ... e ... niente! Non un singolo aggettivo, che tipo di descrizioni ci sono con l'obiettivo di rivelare il personaggio dell'eroe, le abitudini della vita familiare, l'ulteriore destino o creare uno stato d'animo! Mi sembra ancora un grosso errore usare le parole nella letteratura per bambini come simboli condizionali: "castello", "sala da pranzo". (A proposito, da dove viene la sala da pranzo nel castello? La sala da pranzo, la sala principale, la sala per banchetti, la sala cupa con colonne o, al contrario, la sala luminosa con volte dipinte di azzurro. Questo è il castello! Tu scrivi - shhhhhhhh! Il tuo vocabolario non ha la parola giusta: leggi qualcosa come "Come sono organizzati i castelli".) "Principessa", "la tua stanza", si scopre "un normale castello con la sala da pranzo più ordinaria, e la stanza della principessa è come le stanze di tutte le principesse del mondo, beh , sai "... non è un mondo affascinante e non artistico. Questa tecnica - l'assenza di descrizioni - dovrebbe essere usata solo in casi eccezionali: quando vuoi dire proprio questo.)

“Nel mezzo del mare splendente c'è un'isola meravigliosa che ricorda una torta cotta da un pasticcere gigante. Vivono la neonica magica. A loro piace costruire case divertenti sotto forma di libri, vasi, vasi e altri oggetti. Sull'isola di Tort c'è persino un grattacielo a forma di frigorifero. "

Già meglio. Quali sono gli errori? Prima di tutto, nelle stime dell'autore. "Incredibile isola" - è comprensibile, l'autore lo considera incredibile, ma non è sufficiente dire al bambino che è qualcosa di "incredibile" (la madre dice anche sempre che la medicina non è amara ...), questo deve essere dimostrato a lui. In effetti, la parola "fantastico" non si adatta affatto qui, ma non ne stiamo parlando. Non decidere per il lettore, non imporre la tua opinione su di lui, non usare parole di suggerimento che rivelano la tua impotenza - descrivi semplicemente il mondo in modo che il lettore stesso esclamasse: "Oh, che meraviglia!" La stessa cosa con "case divertenti" e "magia" piccoli uomini ". Inoltre (o meglio, un altro aspetto negativo di questo testo) è l'inclusione nella fiaba di oggetti quotidiani e bassi: vasi e vasi. La frase "e altri oggetti" è l'apparente impotenza dell'autore. "Un grattacielo a forma di frigorifero" è completamente fallito, perché la forma del frigorifero e del grattacielo è la stessa, in entrambi i casi è un parallelepipedo con facce rettangolari, quindi questo argomento non solo annulla l'affermazione sul divertimento, ma è completamente privo di senso.

Eccone un altro dagli immensi archivi dei manoscritti in arrivo.

“E mentre era impegnata nelle faccende domestiche, Slavik ha esaminato i beni della nonna. Appezzamento di terreno su cui

si trovano la casa e altri edifici, situati nel mezzo del villaggio, a sessanta metri dal fiume. La casa in sé è a due piani, in legno massiccio, con una stanza al primo piano (la soffitta è al secondo piano) costruita dal padre di mia nonna trent'anni fa.
Nel mezzo della stanza c'è una stufa su cui la nonna prepara il cibo, e questa stufa riscalda anche la casa quando fa freddo. ... La luce entra nella stanza attraverso due finestre rivolte a ovest, quindi nel pomeriggio il sole illumina l'intera stanza. Nell'attico c'è anche una finestra, ma molto piccola. Molte cose vecchie sono conservate lì. "

Un passaggio ideale per dimostrare che è male. Slavik (ovviamente, un bambino così piccolo) esamina i beni di sua nonna - nella prima frase non c'è nulla di criminale. Ma dal secondo, i dettagli ricadono su di noi nello stile del sito immobiliare. Chi è il papà di questo ragazzo? Agente immobiliare? Inoltre, un errore nello spostamento dei piani: Slavik poteva ispezionare il sito, poteva misurare la distanza dal fiume con un sovrano (sebbene improbabile), poteva valutare di cosa era fatta la casa, ma: "è stata costruita dal padre della nonna trent'anni fa" - non riusciva a vederlo, a meno che non sia appeso un cartello sulla casa. Cosa potrebbe fare l'autore: enfatizzare i dettagli unici della vita di tutti i giorni (se si desidera mostrare l'insolenza di una casa di villaggio per un abitante della città), mostrare l'atteggiamento di Slavik verso ciò che sta accadendo: sorpreso, felice, gioioso, sconvolto? (Finora, il povero Slavik, grazie all'autore, sembra un piccolo uomo pedante e calcolatore, che alla sua età parla piuttosto di un disturbo psicologico). Alla fine, è stato possibile presentare Slavik al nonno di sua nonna - attraverso qualche iscrizione o piccola cosa, che in seguito avrebbe avuto un ruolo importante.

Il secondo paragrafo è pieno di banalità sorprendentemente noiose: la stufa su cui cucina la nonna e che riscalda la casa. La stufa su cui la nonna si reca in città nei fine settimana è, sì, interessante. Una stufa che svolge semplicemente le sue normali funzioni non lo è.

Getta, butta via, tutto ciò che è banale, noioso, triste, tutti i tuoi ricordi da adulti per conto di bambini di sei anni - per favore, via! Nessuno tranne te dà alla luce ricordi caldi. Non ci sarà risposta nell'anima della lettura. La comunicazione con il lettore avviene in modo diverso! Anche l'affidabilità del mondo è creata in modo diverso.

(Non parlerò nemmeno dell'enorme quantità di errori stilistici, degli "armoniosi", degli "esistenti" e degli "altri edifici" (secondo passaggio di fila!) - abbi pietà di me.)

Soprattutto, mi stupisce che nei mondi dei moderni manoscritti fiabeschi non ci sia nient'altro che eroi e oggetti. Voglio ricordarti: a tua disposizione non è un palcoscenico teatrale, ma un testo letterario, il che significa che puoi organizzare una tale 4D che i cinema ti invidieranno! Per favore, descrivendo il mondo, ricorda di tanto in tanto che oltre al rilievo e agli oggetti, ci sono anche dei suoni. E - odori. E - il vento. E anche - pioggia, caldo o freddo. A differenza di un regista teatrale, puoi cambiare piano, passando dal generale al particolare, così come ai "punti di ripresa": ecco una vista dall'alto, ecco una vista attraverso gli occhi di un eroe, ecco una vista attraverso gli occhi di un cane ... E non sei limitato da nessun budget per lo scenario!

In che misura dovrebbe essere prescritto il mondo? Mi sembra che i dettagli debbano corrispondere al compito e al testo specifico. Sarebbe bello chiedersi perché il testo ha bisogno di questa descrizione? Qual è il problema del mio autore? I dettagli dovrebbero essere sufficienti.

Ecco un esempio di dettagli ovviamente ridondanti:

“Nel flusso fangoso di Karpovka, fluttuano bottiglie, lattine di birra, bicchieri di plastica. Lungo il bordo dell'acqua, lasciando profonde impronte sulla riva limosa, un vecchio corvo vaga. La sua enorme coda frastagliata indica risse crudeli e non sempre riuscite, e un paio di piume biancastre sulla sua testa le danno un venerabile pelo grigio, come segno di degni secoli vissuti.

Passando strisce bianche in acqua, una scatola di latte va alla deriva. Un corvo lo afferra con il becco e lo trascina a terra. Impegnata andando in giro per la scatola di carta e tagliando in macchie colorate, guarda dentro e, premendo la scatola con la zampa, estrae un preservativo appiccicoso. Dopo aver testato la forza del lattice rosa, il corvo ruota la testa, luccicante di occhi intelligenti, cercando di capire il motivo della coesistenza di due oggetti che hanno un significato opposto: un prodotto lattiero-caseario che nutre la vita e un contraccettivo progettato per prevenirne il verificarsi.

"Una baia noiosa, da una nebbia una barca bianca su un cavo tira una grande barca nera."

In questo caso, l'autore sta cercando di dare realismo al suo mondo immaginario semplicemente copiando i dettagli del mondo del presente.

Sai cosa c'è di buono qui? ". bay ... "Questo è l'unico manoscritto degli ultimi cinquanta in cui il suono è presente. Tutti gli altri sono come opere dei sordi.

Tutto il resto è mostruoso.

Questa descrizione non dà nulla al romanzo. Per riferimento, si chiama The Curse of Amenhotep. Non una sola bottiglia di birra, né un preservativo in alcun modo influenzano la trama in alcun modo e non si sovrappongono nel romanzo. E questo corvo non partecipa all'azione. Il tema dichiarato e l'inizio prolungato, eccessivamente realistico, si contraddicono a vicenda. Sembra anche strano che la scelta stessa delle parti copiate sia: perché l'autore ha trascinato la spazzatura nel suo romanzo dall'intera varietà di opzioni possibili?

(Il mio amico, uno dei miei scrittori contemporanei preferiti, ride del fatto che dovrei aprire una nuova direzione in psichiatria, una sorta di "divano letterario": l'espressione letteraria come un modo per sbarazzarsi dei sovraccarichi psicologici nella mente. Stranamente, abbastanza spesso, la creazione letteraria è vero? e c'è. Ma vale la pena compatire il lettore. Non tutti i tuoi sovraccarichi psicologici gli interessano.)

La realtà, e soprattutto la sgradevole realtà, in un'opera d'arte respinge. Alcuni credono che la realtà in un mondo immaginario non sia affatto appropriata. Per inciso, non insisto sul fatto che questa mossa sia categoricamente inaccettabile: è possibile, ma solo a una condizione - se è giustificata dall'intenzione dell'autore.

Prendi, ad esempio, Doeblin e il suo romanzo "Berlin - Alexanderplatz".

“Stava piovendo. Sulla sinistra, sulla Münzstrasse, brillavano le pubblicità. Cinema - ecco cosa! ... "I bambini di età inferiore ai diciassette anni non sono ammessi." Su un enorme poster - un signore rosso brillante è in piedi sulle scale e una bellezza chic abbraccia le sue gambe, lei giace sulle scale e lui non ha alcuna attenzione. Sotto lo stendardo c'è un'iscrizione: "Senza genitori. Il destino di un orfano in 6 parti". Bene, andiamo a vedere. L'orchestra è stata inondata di potenza e principale. Il biglietto è di sessanta biglietti. ”

Questa è Berlino attraverso gli occhi del protagonista. Nel romanzo di Doeblin, inserti di droga, segni, bollettini meteorologici. Percorsi del tram, prezzi dei biglietti, regole per i passeggeri. I nomi dei film. Piano della città. Schizzi. Slogan pubblicitari. Risoluzione. Documenti ... Puoi dare un'occhiata e fare una lunga lista di dettagli in cui Doeblin inserisce il suo modello. Qui l'autore aveva un obiettivo: creare un modello di Berlino per un periodo di tempo specifico. L'ha capito. (Da questa descrizione riconosciamo anche meglio l'eroe e il suono funziona anche in questo mondo.)

A proposito, questo romanzo può essere usato come catalogo quando si crea un mondo favolosamente autentico. Introducendo una varietà di puntatori, citazioni di giornali immaginari, orari di treni magici, segni originali, menu, vari elenchi di aggeggi, mappe, dizionari di lingue immaginarie, ecc., Rendi il tuo mondo un luogo reale per il lettore. Per non parlare del fatto che uno di questi elementi può servire da servizio di formazione della trama.

  1. Ripeto ancora una volta: una descrizione del mondo o del luogo di azione, il grado dei suoi dettagli e il metodo di presentazione dovrebbero essere in stretta interazione con il lavoro, essere subordinati allo scopo del testo e risolvere problemi di copyright.
  1. Se la scena è ordinaria, sono sufficienti alcuni dettagli luminosi. Ma se porti il ​​lettore in un mondo insolito, ti preghiamo gentilmente di preoccuparti di intrigare per esporre i dettagli.
  2. Copiare la realtà è il modo peggiore per creare un mondo di opere d'arte se non sei Alfred Doeblin.
  3. Se la descrizione o i dettagli nella descrizione non danno nulla al tuo lavoro, possono e devono essere gettati via.
  4. La descrizione della scena è un ottimo modo per sostituire il ragionamento dell'autore, creare uno stato d'animo, introdurre il personaggio, esprimere l'atteggiamento dell'autore o dell'eroe verso ciò che sta accadendo ed eseguire altre mille azioni magiche.
  5. Attiva il suono nel tuo cervello. E il colore. Odore e tocco.

Si prega di inviare tutti i commenti, suggerimenti, aggiunte e controargomenti alla mia e-mail,
La tua Anya Amasova

Sulla descrizione nel libro: sensazioni viventi

Il compito dell'autore nel descrivere la scena non è solo quello di creare un'immagine visiva della trama, ma di usare tutti i sensi del lettore, dalla vista all'olfatto, immergendolo negli eventi attuali con la testa. Insieme all'eroe, deve sentire i suoni circostanti, annusare, sentire il calore del sole o, al contrario, iniziare dal freddo gelido.

Le immagini visive dovrebbero riflettere lo stato psicologico del personaggio - ricorda il famoso Oak del romanzo "Guerra e pace". In un buon libro, fenomeni naturali, strutture, oggetti, luci, colori e odori non solo caratterizzano l'area circostante, ma sottolineano anche lo stato mentale del personaggio.

Dettagli sul linguaggio D.

Concentrati non sul quadro generale, ma sui dettagli "parlanti". A seconda del luogo e della situazione, possono essere significativi:

  • una folata di brezza primaverile
  • il fruscio delle foglie sotto i piedi
  • gocce di rugiada sul web
  • l'odore della brezza marina
  • forma di nuvola all'orizzonte
  • bagliore sull'acqua
  • il suono di gocce d'acqua da un rubinetto,
  • sensazione di calore dal camino sulla pelle,
  • rumore dell'autostrada distante
  • Riflessi delle luci di una grande città nelle pozzanghere
  • slogan sui cartelloni pubblicitari ...

Può essere qualsiasi cosa, persino uno scricchiolio di crema pasticcera zuccherata schiacciata da un cucchiaino. Più descrizioni della sensualità, maggiori sono le possibilità di successo.

P disegna con la parola

In modo che il lettore non perda le descrizioni nel libro, dovrebbero essere immagini in formato 5D. La frase "Era molto ventoso e umido" non è un'opzione. Se l'eroe è spaventato e freddo, il lettore dovrebbe sentire il vento gelido, tremare e avvolgersi in una coperta. Attivare la sua immaginazione aiuterà le immagini del linguaggio. Il vento dovrebbe abbattere, la briciola di neve - pugnalando il suo viso, l'oscurità senza speranza - causa disperazione.

La cosa principale è conoscere la misura. Troppi dettagli, anche il più penetrante nella percezione, possono stancarsi. Ciò è particolarmente vero per le scene dinamiche: nella loro descrizione, luminosità, brevità e capacità importanti. I dettagli sono molto importanti, ma dovrebbero essere pochi per non distrarre dalla cosa principale.

N a piedi

Se la musa aleggia improvvisamente, rilassati e fai una passeggiata all'aria aperta. Lascia il tuo smartphone a casa, porta via il caffè e forse il mondo reale ti darà nuove idee. I segni sono ovunque!

Per il brainstorming, molte persone hanno bisogno della musica preferita. Accendi il camino, disattiva il Wi-Fi e metti il ​​tuo vinile preferito sul lettore. L'ispirazione aiuterà a restituire il silenzioso fruscio di un ago su un disco grammofonico su uno sfondo di una bella melodia.

Meditazione M.

Non si tratta di rituali religiosi: possiamo fare a meno dell'incenso e "Omm". Basta sedersi in una posizione comoda, chiudere gli occhi e rilasciare i pensieri nel nuoto libero. Non sforzare il tuo cervello e le immagini desiderate verranno direttamente dal subconscio.

Non esiste una ricetta unica per trovare ispirazione. Fai tutto ciò che l'intuizione ti dice. Dai spazio alla tua immaginazione e tutto funzionerà.

Guarda il video: THE HELP -Goodreads Challenge #08 - RECENSIONE LIBRO (Agosto 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send