Consigli Utili

Sintomi e trattamento della trombosi venosa profonda degli arti inferiori

Pin
Send
Share
Send
Send


wikiHow funziona secondo il principio di una wiki, il che significa che molti dei nostri articoli sono scritti da numerosi autori. Durante la creazione di questo articolo, autori volontari hanno lavorato alla sua modifica e al miglioramento.

Il numero di fonti utilizzate in questo articolo: 7. Troverai un elenco di queste in fondo alla pagina.

La trombosi venosa profonda, o TVP, è una condizione medica in cui si formano coaguli di sangue in vasi sanguigni profondi. Di norma, si formano nelle vene delle gambe (gambe) o del bacino. Molto probabilmente per questo è il tempo di volo.

La TVP può portare a gravi conseguenze. Ad esempio, tromboembolia polmonare (è possibile un esito fatale), questa condizione si verifica quando un piccolo pezzo di trombo, staccandosi dalla massa principale della trombosi (qualsiasi coagulazione nella TBG), passa attraverso le valvole del cuore ed entra nei polmoni. Se entra nei polmoni non può andare oltre e bloccare i capillari dei polmoni, bloccando così l'accesso dell'ossigeno e il rilascio di sangue dall'anidride carbonica. Se il coagulo di sangue è abbastanza grande, può causare difficoltà respiratorie e dolore toracico. Questa condizione è relativamente rara, si verifica in 1-2 persone su mille, ma se è grave, può portare a cianosi (pelle blu), causare shock e persino la morte.

Ecco alcuni suggerimenti per evitare la TVP durante i voli. Questo articolo è stato fornito come guida, quindi in caso di dubbi consultare il medico.

Cause di un coagulo di sangue nelle vene profonde degli arti inferiori

Secondo la Triade di Virchow (la teoria della trombosi e lo sviluppo della tromboflebite), la trombosi venosa si verifica per tre motivi:

- danno alle pareti del vaso sanguigno,

- tendenza ad addensare il sangue (ipercoagulazione).

Alcune condizioni mediche possono anche portare a patologia:

- processi infettivi e infiammatori nel corpo,

- ictus e insufficienza cardiaca,

Il rischio di sviluppare tromboflebite aumenta con l'immobilizzazione degli arti (ad esempio, utilizzando dispositivi ortopedici), voli a lunga distanza (sindrome di classe economica), ricovero prolungato, fumo, obesità, alcuni farmaci ormonali e patologie congenite (trombofilia). Le donne sono ad aumentato rischio durante la gravidanza e il periodo postpartum.

Sintomi di un coagulo di sangue nella gamba

Nel 25% dei casi, la trombosi venosa profonda non si manifesta. Viene scoperto per caso quando ci sono già complicazioni sotto forma di tromboembolia o ulcere trofiche sulle gambe. In altre situazioni, i sintomi sono abbastanza pronunciati:

- gonfiore e dolore di natura esplosiva,

- pelle calda, arrossata, cianotica o lucida,

- pesantezza alle gambe.

Maggiore è l'area interessata, più pronunciati diventano i sintomi, aumenta il rischio di rottura del coagulo di sangue.

diagnostica

Poiché la condizione può portare a complicazioni pericolose, inclusa la morte, è necessario contattare immediatamente un flebologo. Il medico effettuerà un esame fisico, ma la conferma della diagnosi è possibile solo con la scansione duplex e un esame del sangue per un dimero D, che mostra se il corpo è in fase di trombosi e fibrinolisi. Tra gli altri metodi diagnostici ci sono ecografia, flebografia endovenosa o al computer.

Trattamento della tromboflebite degli arti inferiori

Il ricovero è soggetto a pazienti ad alto rischio di complicanze, tra cui:

- trombosi bilaterale delle vene profonde,

- insufficienza cardiaca cronica,

In altre situazioni, il trattamento della tromboflebite degli arti inferiori è ambulatoriale ed è complesso:

- trombolisi (terapia farmacologica per ripristinare il flusso sanguigno),

- l'uso di biancheria intima a compressione (calze, collant, gambaletti),

- terapia antibiotica in presenza di processi infiammatori.

È necessario un intervento chirurgico in caso di rischio di rottura del coagulo di sangue, nonché di blocco completo del lume vascolare.

Per non incontrare il problema della tromboflebite degli arti inferiori, è necessario osservare alcune misure preventive:

- regolare attività fisica,

- doccia a contrasto per le gambe,

- smettere di fumare,

- idratazione del corpo, prevenzione della coagulazione del sangue (1,5-2 litri di acqua al giorno),

- indossare biancheria intima a compressione,

- riposo per le gambe con il loro sollevamento,

- impastare le gambe durante lunghi viaggi e voli.

Cos'è la trombosi venosa profonda?

La trombosi si verifica quando si forma un coagulo nel sangue che blocca un vaso sanguigno. Se un coagulo di sangue appare in una grande vena profonda, questa condizione è chiamata trombosi venosa profonda (TVP). La TVP spesso colpisce le vene delle gambe o del bacino (basso ventre).

La TVP non è sempre pericolosa: è possibile sperimentare una TVP minore senza nemmeno saperlo. La condizione diventa pericolosa o addirittura fatale quando il coagulo di sangue diventa abbastanza grande da causare ostruzione nelle vene più importanti del corpo, in particolare quelle che trasportano il sangue dal cuore ai polmoni.

Le vene profonde delle gambe e del bacino sono grandi, quindi i coaguli che si formano in queste vene possono essere di dimensioni considerevoli, il che li rende potenzialmente pericolosi se escono dalla parete del vaso.

Quando la TVP è pericolosa?

Un coagulo di sangue può formarsi nelle vene dei muscoli della coscia o del polpaccio a causa di lunghi periodi di immobilità del corpo.

Quando una persona si alza improvvisamente, aumenta il flusso di sangue alle vene e il coagulo di sangue (o parte di esso) può staccarsi e andare nel cuore, che pompa il coagulo di sangue nei polmoni, che porta all'embolia polmonare. Ciò può ostacolare in modo così critico il flusso di sangue attraverso i polmoni che la morte si verifica quasi all'istante.

Chi è a rischio di TVP?

1-2 persone su 1000 soffrono di TVP ogni anno; la maggior parte dei casi si sviluppa a causa di una serie di fattori combinati con il ricovero in ospedale. I fattori che possono contribuire a una maggiore probabilità di sviluppare la TVP includono:

  • fumo
  • Età superiore ai 40 anni
  • Uso contraccettivo, terapia ormonale sostitutiva (TOS)
  • gravidanza
  • sovrappeso
  • TVP nella storia medica
  • Recenti interventi chirurgici importanti
  • Immobilità in volo o altri movimenti per più di sei ore
  • cancro

Ci sono anche alcune condizioni mediche e malattie ereditarie associate ad una maggiore tendenza alla coagulazione del sangue, ma sono rare.

Come viene trattata la TVP?

L'aspirina è efficace nel ridurre i coaguli nelle arterie, quindi viene utilizzata per la prevenzione e il trattamento di infarti e ictus, ma previene debolmente la formazione di coaguli di sangue nelle vene, quindi non è raccomandata per la prevenzione della TVP.

A causa dell'elevato numero di decessi associati alla TVP e al ricovero in ospedale, il Servizio sanitario nazionale del Regno Unito valuta il rischio di TVP per ogni nuovo paziente. Se il rischio è elevato, i pazienti iniziano a prendere farmaci per fluidificare il sangue, come iniezioni di eparina, e indossare speciali calze a compressione per le gambe.

L'aspirina è inefficace per ridurre i coaguli nelle vene.

Si consiglia alle donne di interrompere temporaneamente l'assunzione di pillole anticoncezionali o terapia ormonale sostitutiva quattro settimane prima del ricovero in ospedale, poiché questi farmaci contribuiscono alla coagulazione del sangue. Questo è un fattore di rischio per TVP quando è combinato con l'immobilità in un letto d'ospedale per più di tre giorni o con un'operazione che dura più di 90 minuti.

Se sospetti di avere DVT, contatta il tuo medico di famiglia. Il medico può fornire un rinvio per un esame del sangue per D-dimeri, che aiuterà ad escludere la TVP, o per un flebogramma o un'ecografia sulle vene delle gambe per confermare l'occlusione (blocco) della vena. Il trattamento inizia con farmaci noti come anticoagulanti orali ad azione diretta (CAPD) o iniezioni di warfarin, eparina o dalteparina sodica (fragmentina), prima di confermare la TVP, poiché qualsiasi rischio di sanguinamento eccessivo dovuto all'uso di questi farmaci è superato dai rischi per la salute se la TVP non viene trattata .

DVT e voli a lungo raggio

Il rischio di TVP aumenta durante un lungo volo per due motivi principali. Innanzitutto, c'è aria molto secca a bordo, che aiuta a disidratare il corpo. Quando disidratato, il sangue diventa più denso e quindi più soggetto alla coagulazione.

Sui voli a lungo raggio, le bevande alcoliche sono facilmente accessibili, ma ti fanno usare il bagno più spesso. Se non bevi abbastanza bevande analcoliche per compensare la perdita di liquidi, aumenta la tendenza a disidratare il corpo.

Il rischio di TVP aumenta durante un lungo volo.

In secondo luogo, sugli aerei, a causa della mobilità ridotta, la circolazione sanguigna si sta deteriorando. La stretta seduta sulle sedie può portare a punti di pressione sulle gambe che rallentano localmente il flusso sanguigno, aumentando la tendenza a formare un coagulo di sangue.

Apparentemente, ci sono altri fattori che non sono ancora completamente compresi, dal momento che la DVT viene osservata anche nei passeggeri di classe business e di prima classe che hanno più spazio per le gambe. La TVP è osservata anche in altri tipi di lunghi viaggi e non solo nei viaggi aerei.

Come evitare la TVP durante il volo

✔️ Bevi molta acqua e / o succhi di frutta.

✔️ Evitare l'alcool che disidrata ancora di più.

✔️ Quando sei seduto, prova a muovere le gambe alle caviglie e ad alzarti e scendere in punta di piedi (un po 'come i mini-sollevamenti delle gambe).

✔️ Indossare calze elastiche a compressione per migliorare la circolazione sanguigna nelle vene profonde.

✔️ Evitare di sedere a gambe incrociate e non indossare calze o collant troppo stretti.

✔️ Le persone a rischio di TVP devono ricevere un'iniezione di eparina prima di un lungo volo.

Guarda il video: Trombosi Venosa Profonda: come riconoscerla, come trattarla (Settembre 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send