Consigli Utili

Joomla 3 per principianti

Pin
Send
Share
Send
Send


Ciao cari lettori! Continuiamo a studiare i CMS gratuiti più famosi al mondo: Joomla! Avendo familiarizzato con il suo pannello di amministrazione e guardandosi un po 'in giro, è tempo di iniziare l'iniziale creare Joomla. Vai alla sezione "Sito" - "Impostazioni generali".

Tudbar della sezione Impostazioni generali

La prima cosa con cui inizieremo è la barra degli strumenti (o barra degli strumenti, come viene anche chiamata). Contiene vari pulsanti funzione. In questo caso, la barra degli strumenti è piccola:

Se è la prima volta che lavori con Joomla, potresti essere un po 'confuso dalla presenza dei pulsanti Salva e Salva e Chiudi. Qual è la differenza? In realtà, è nascosto nel loro nome. Dopo aver fatto clic sul pulsante "Salva", le modifiche apportate vengono salvate, l'utente rimane sulla stessa pagina e può continuare a lavorare con esso. Quando si utilizza "Salva e chiudi", l'utente viene trasferito nella sezione sopra il livello. Un po ', ma carino - fa risparmiare un po' di tempo.

Il pulsante "Annulla" consente di uscire dalla sezione senza salvare le modifiche.

"Aiuto" mostra informazioni dettagliate su questa sezione di Joomla, ma è in inglese.

Configurazione di base di Joomla

E così, le impostazioni generali di Joomla sono divise in 5 sezioni:

Consideriamo ciascuno di essi.

Il nome del sito dovrebbe includere non solo il nome del dominio, ma anche brevi informazioni sulla risorsa Internet stessa. Inoltre, è consigliabile aggiungere il nome del sito nel titolo (titolo) delle pagine tramite il separatore |. Per il mio blog, ad esempio, il nome indicato è: FairHeart.ru: creazione del sito Web e promozione.

Joomla offre la possibilità di chiudere il sito. Questa opportunità deve essere utilizzata durante lavori tecnici o aggiornamenti per ridurre il carico sul server.

  • Sito spento (offline): abilita / disabilita il sito.
  • Mostra messaggio offline: ti consiglio di scegliere l'opzione Messaggio personalizzato, che puoi digitare tu stesso nel campo sottostante.
  • Messaggio quando il sito è spento: indicare il motivo della mancanza di accesso alla risorsa, scusarsi per l'inconveniente temporaneo e offrire di tornare dopo un po '. Cortesia e cultura non spaventeranno il lettore.
  • Immagine quando il sito è spento: puoi anche aggiungere un'immagine per la bellezza.
  • L'editor predefinito: se hai utilizzato la versione localizzata di Joomla da joomlaportal.ru, che ho raccomandato quando consideri l'installazione di Juml, avrai due editor visivi tra cui scegliere: TinyMCE e CodeMirror. TinyMCE è un editor visivo con un'interfaccia che ricorda Word, CodeMirror è un editor html con evidenziazione della sintassi del codice. Inoltre, l'editor visuale può essere completamente disabilitato.
  • CAPTCHA (per impostazione predefinita): non toccare ancora. Prima di abilitare captcha, devi configurare il plug-in reCAPTCHA e lo faremo quando considereremo l'estensione "Contatti" per creare una pagina con le informazioni di contatto e un modulo di feedback.
  • Il livello di accesso predefinito è il livello di accesso per i materiali appena pubblicati.
  • La lunghezza dell'elenco predefinito è la lunghezza dell'elenco di oggetti nelle aree di lavoro della barra degli strumenti. Non puoi toccare.
  • Limitazione feed notizie: il numero di post recenti visualizzati nel feed RSS.
  • Feed di notizie e-mail - il cui indirizzo e-mail verrà aggiunto al feed RSS: l'autore del materiale o l'amministratore.

I metadati specificati in questa sezione verranno utilizzati per tutte le pagine del sito. Questo non deve essere permesso. Consiglio vivamente di impostare manualmente i metadati: titolo, descrizione e parole chiave per ogni pagina. Non utilizzare mai gli stessi metadati per più pagine. Per la loro configurazione flessibile, abbiamo bisogno di un componente gratuito aggiuntivo, ARTIO JoomSEF, di cui parlerò in dettaglio a breve. Per ora, lascia vuoti i campi.

SEF - così in Joomla chiamati URL leggibili dall'uomo (CNC), che sono uno dei componenti importanti dell'ottimizzazione interna dei motori di ricerca. Per impostazione predefinita, gli URL sono un set di caratteri illeggibili disponibile solo per Jumla stessa. Dopo l'attivazione di SEF, gli indirizzi di pagina acquisiscono una struttura abbastanza consapevole e comprensibile per una persona semplice:

Si può vedere ad occhio nudo che l'indirizzo URL è stato ottenuto combinando il nome di dominio, il titolo della voce di menu, la categoria e il titolo del materiale. Alle persone piace questo formato, più accessibile per la percezione e ai motori di ricerca, infatti, l'indirizzo URL sta diventando un altro luogo in cui è possibile e necessario aggiungere parole chiave a cui la pagina è più nitida. In altre parole, assicurarsi di impostare Sì in corrispondenza di Abilita SEF (CNC).

Reindirizzamento URL: consente di utilizzare reindirizzamenti 301 per reindirizzare da un indirizzo URL a un altro. Affinché questa opzione funzioni, è necessario andare al server nella cartella con Joomla installato, trovare il file htaccess.txt e rinominarlo in .htaccess. Per lavorare con il server, posso consigliare il client FileZilla ftp gratuito, che è semplice e affidabile.

Aggiungi suffisso all'URL: alla fine dell'URL della pagina, verrà aggiunta un'estremità corrispondente al tipo di documento. Il componente gratuito ARTIO JoomSEF ti consente di impostare questo finale. L'opzione migliore è: .html.

Alias ​​in Unicode: ignora questa opzione.

Includi il nome del sito nel titolo della pagina - ti consiglio di scegliere l'opzione "dopo". Sebbene questa opzione non possa essere toccata, poiché la stessa funzione è offerta dallo stesso componente ARTIO JoomSEF solo in una forma leggermente espansa, consente di specificare un separatore tra il titolo della pagina e il nome del sito. Come capisci, l'estensione ARTIO JoomSEF non è semplicemente sostituibile per Joomla e dovrebbe essere installata il prima possibile.

Impostazioni dei cookie: non utilizzo i cookie, quindi salto questa sezione.

  • Il percorso della directory di registro - dovrebbe essere registrato automaticamente.
  • Server di assistenza: non c'è nulla tra cui scegliere: entrambi i portali di informazioni sono in inglese.

Questa sezione consente di avviare il sito in modalità debug, in cui i messaggi diagnostici, le variabili della lingua e gli errori di query SQL (se presenti) vengono visualizzati nel seminterrato. Non dimenticare di disabilitare questa modalità solo dopo il debug.

Una sezione molto importante per la memorizzazione nella cache delle pagine. Crea versioni html statiche di pagine che rimangono invariate per tutta la durata della cache. Trascorso questo tempo - la pagina viene aggiornata. Consente di ridurre significativamente il carico sul server.

Per aggiornare prematuramente la cache, è necessario utilizzare la sezione "Sito" - "Manutenzione" - "Cancella tutta la cache". Contrassegniamo tutti i file e facciamo clic sull'icona del cestino nella barra degli strumenti - "elimina".

Selezioniamo la cache standard. Impostiamo la durata della cache in base alla frequenza di comparsa del nuovo materiale. Meno frequentemente aggiorni il materiale, maggiore è la durata che puoi impostare.

La durata della sessione è responsabile per l'intervallo di tempo durante il quale puoi rimanere inattivo nel pannello di amministrazione di Joomla e non essere espulso automaticamente da esso. Sono stato terribilmente seccato quando sono stato distratto da qualche sito, quindi sono tornato al pannello di amministrazione di Joomla e ho dovuto accedere nuovamente, inserendo il mio login e la mia password. Per risparmiare i nervi, ti consiglio di installare 60 minuti.

  • Il percorso della directory dei file temporanei deve essere impostato per impostazione predefinita.
  • Compressione gzip-page: consente di aumentare leggermente la velocità di caricamento delle pagine, ma comporta un aumento del carico sul server.
  • Messaggi di errore: puoi essere intelligente e lasciare "Predefinito per il sistema".
  • Abilita SSL: è possibile abilitare l'accesso tramite SSL sicuro all'intero sito o al pannello di controllo. Si noti che SSL deve essere abilitato sul server in uso. Dopo aver attivato questa opzione, l'accesso normale alle aree selezionate verrà chiuso, quindi fai attenzione a questa opzione e meglio andare semplicemente fianco a fianco.

Fuso orario del server: selezionare il fuso orario.

Nella maggior parte dei casi, non è necessario toccare le impostazioni FTP, a meno che qualche estensione aggiuntiva richieda la compilazione di questa sezione delle impostazioni. In questo caso, abilitare FTP, inserire l'host FTP, la porta può essere lasciata 21, specificare il nome utente, la password e la cartella principale. Devi impostare 777 permessi sul file configuration.php nella directory principale di Joomla, questo può essere fatto usando lo stesso client FileZilla ftp.

Le impostazioni del database dovrebbero essere già compilate, come le hai specificate durante l'installazione di Joomla.

  • Il metodo di invio è una scelta di tre opzioni per PHP Mail, Sendmail e SMTP.
  • Email del sito: verrà indicata come indirizzo del mittente.
  • Mittente della lettera: il nome del mittente della lettera.
  • Il percorso di Sendmail è il percorso della cartella con il programma Sendmail sul server (se presente).

Successivamente ci sono le impostazioni del server SMTP. SMTP (Simple Mail Transfer Protocol) - Letteralmente tradotto come un semplice protocollo per l'invio di posta. Di conseguenza, il server SMTP lo implementa. Il server SMTP è generalmente fornito dall'hoster, specificare il suo indirizzo nel paragrafo più basso - "Server SMTP". Se questo server richiede l'autorizzazione, seleziona "sì" nella voce "Autorizzazione sul server SMTP" e inserisci il tuo login e password appena sotto. Se non li hai, probabilmente non è necessaria l'autorizzazione.

Impostazione delle autorizzazioni per i gruppi di utenti. Non essere pigro e assicurati di leggere la nota esplicativa:

Le barre rientrate a sinistra indicano la gerarchia dei gruppi. Il gruppo più alto è "Tutto". I gruppi sussidiari ereditano i diritti di accesso dei genitori e ne ampliano le capacità. Ad esempio, il gruppo "Registrato" espande i diritti di accesso del gruppo "Tutti" fornendo un'opzione aggiuntiva "Accedi al sito".

Filtri di testo

Il testo inserito dagli utenti viene automaticamente filtrato in Joomla secondo le regole configurate in questo paragrafo. Puoi selezionare uno dei cinque filtri:

  • Lista nera (impostazione predefinita): consente di utilizzare tutti i tag e gli attributi HTML, ad eccezione di quelli inclusi nella lista nera standard. Passa il mouse sopra questo elemento per una guida più dettagliata e un elenco di tag e attributi vietati.
  • Lista nera dell'utente: per aggiungere tag e attributi alla lista nera, specificarli nei campi a destra.
  • Elenco bianco: sono consentiti solo tag e attributi aggiunti ai campi a destra: "Filtro tag" e "Filtro attributi".
  • Ban HTML - Un divieto completo sull'uso di HTML.
  • Nessun filtro - non proibito, quindi consentito!

Guardando l'articolo scritto, capisco - si è rivelato piuttosto grande. Ma in effetti, la maggior parte delle impostazioni di Joomla descritte dovranno essere toccate solo se necessario. Questo è tutto per oggi. Grazie per l'attenzione! Inoltre sarà ancora più interessante, quindi non dimenticare di iscriverti al feed RSS degli aggiornamenti del blog per non perdere nulla.

Il modo migliore per esprimere gratitudine all'autore è condividere con gli amici!

Puoi essere il primo a sapere quando arriva nuovo materiale! Iscriviti per ricevere aggiornamenti via email:

Come sono collegati il ​​sito Web Joomla e l'amministratore di questo CMS

Quindi, abbiamo installato Joomla 3 (o 2.5) e poi Russified. È ora di iniziare a incontrarla. È possibile che tu sappia già che quando crei siti utilizzando CMS e designer online, ottieni due versioni completamente diverse di questo sito stesso (due facce della medaglia):

Versione pubblica, a cui possono accedere assolutamente tutti gli utenti di Internet (facendo clic su un collegamento da un altro sito, passando da un motore di ricerca, un social network o dai segnalibri del browser). L'accesso ad esso può essere ottenuto inserendo l'indirizzo URL del tuo sito, ad es. il nome di dominio acquistato con il prefisso http: // davanti (ad esempio, https://ktonanovenkogo.ru). Se si utilizza un server locale, quindi l'accesso a questo lato della creazione è possibile ottenere solo a un indirizzo temporaneo (leggere OpenServer e il server locale di Denver).

È come se formassimo da zero una versione pubblica del sito su Jumla (o qualsiasi altro motore): installiamo un modello, lo riempiamo di materiali, aggiungiamo moduli con menu e altri strumenti necessari. Questa versione del sito sarà ciò che vuoi realizzarla tu stesso. All'inizio, immediatamente dopo l'installazione del motore (se non hai inserito i dati dimostrativi), sarà qualcosa di completamente sgradevole (il nome del sito, un paio di voci di menu: un rack vuoto per i tuoi pensieri schizzato su Internet). La parte nascosta da tutti tranne te (e quelli che ritieni necessari per poter accedere lì, ad esempio, i dipendenti della tua azienda, la tua anima gemella o qualcun altro) è chiamata pannello amministrativo o, colloquialmente, il pannello di amministrazione. Il suo aspetto e gli strumenti disponibili sono unificati e inizialmente saranno gli stessi per tutti coloro che decidono di creare il loro sito sul motore Jumla.

Perché ho bisogno di un amministratore? Per non dover scalare i file del tuo sito e inserire i testi dei tuoi articoli in essi. Il pannello di amministrazione ti consente di lavorare con il sito con la stessa facilità con cui lavori con Word (almeno in quegli aspetti relativi all'aggiunta di articoli). Bene, ci sono anche migliaia di altre possibilità fornite dal pannello di amministrazione, di cui parleremo sicuramente. Tuttavia, l'essenza di lavorare con essa (logica) deve essere compresa, perché questa è la chiave per il suo sviluppo e il suo utilizzo di successo.

Nonostante il fatto che la parte principale sia sicuramente quella parte del tuo sito che sarà disponibile per tutti - nel pannello di amministrazione trascorrerai quasi il cento percento del tuo tempo assegnato a te per lavorare con il tuo progetto online.

Accedi al pannello di amministrazione di Jumla e ai problemi di sicurezza

Come accedere all'amministratore Joomla 3? Piuttosto semplice Basta aggiungere all'URL l'indirizzo della pagina principale del tuo sito tramite la barra "amministratore". Se il mio blog eseguiva questo motore (in effetti, ho WordPress), quindi per accedere al pannello di amministrazione, basterebbe digitare nella barra degli indirizzi:

Se ti connetti al tuo sito via FTP (o vai alla cartella del server locale), quindi nella radice (questo è il posto dove ti trovi immediatamente dopo la connessione) troverai davvero la cartella “amministratore” e al suo interno il file index.php, che si avvia pannello di amministrazione. Tutto onestamente.

Ma allora perché non scriviamo "https://ktonanovenkogo.ru/administrator/index.php"? Potrebbe essere così, ma non necessariamente. Il fatto è che il server web (questo è un programma in esecuzione su hosting reale o locale), quando accede alla cartella, proverà a trovare il file indice in esso (con l'estensione php o html) per aprirlo. Per inciso, questo è collegato al momento spiacevole della comparsa di mirror e duplicati di pagine (leggi il link su come questo può e dovrebbe essere combattuto).

In realtà, quando inserisci l'indirizzo della pagina principale del tuo sito nella barra degli indirizzi dell'URL del browser, vai anche al file reale. Ed è di nuovo chiamato index.php, ma vive già nella radice stessa del sito (allo stesso livello della cartella dell'amministratore). Questo è proprio quello classico esempio dell'aspetto degli specchi (ad esempio, su due URL https://ktonanovenkogo.ru e https://ktonanovenkogo.ru/index.php si aprirà la stessa pagina - perché questo è male, leggi il link nel paragrafo precedente).

Naturalmente, nessuno sarà autorizzato nell'area di amministrazione. È richiesta la protezione inserisci login e passwordspecificato durante l'installazione di questo motore (su hosting locale o reale). Non dobbiamo dimenticare che i siti su Internet sono spesso rotti (ad esempio, per infettare un sito con un virus o usarlo come porta). Inoltre, non è fatto apposta, ma "in streaming". Pertanto, il significato della tua risorsa non è ancora al sicuro dalle invasioni. Una password complessa e un accesso non banale possono fare il tuo buon servizio.

Per la foresta sicurezza del sito Puoi utilizzare vari plugin che consentono, ad esempio, di nascondere il tuo pannello di amministrazione. Cioè, quando vai all'indirizzo "http://yourdomain.com/administrator/", non ti verrà richiesto di inserire una password. Per accedere al pannello di amministrazione dovrai usare il percorso che ti mostrerà il plugin. In questo caso, ho descritto il funzionamento del plugin jsecure, ma ci sono molte altre opzioni, ad esempio la creazione di un'altra coppia di nome utente e password che dovrai inserire dopo il login ufficiale da Joomla. Ma non è questo il punto.

Lato posteriore del sito basato su Joomla (dietro lo specchio)

Quindi, ci siamo trovati nei santi di Jumla - nel pannello di amministrazione. L'accesso è disponibile solo per te e per coloro ai quali hai concesso questo privilegio (puoi assegnare diversi livelli di accesso ai quali saranno disponibili diversi set di funzionalità di amministrazione). Se hai lavorato in precedenza con Joomla 1.5, non avrai domande speciali, perché nella "troika" e "deuce e mezzo" l'essenza generale e i principi di questo CMS non sono cambiati da allora. Maggiore praticità, bellezza e sicurezza. La differenza sta nelle sfumature, che non mancherò di menzionare.

Come sta l'amministratore Jumla 3?

Se non hai mai avuto nulla a che fare con Jumla, dovrai lavorare sodo per capire l'essenza del suo dispositivo. In generale, questo non è difficile, ma per una persona che non ha mai avuto rapporti commerciali con il CMS, la logica del suo lavoro potrebbe non essere ovvia. Giudico, ovviamente, da solo, ma puoi essere molto più esperto. tuttavia Continuerò con l'aspettativa che tu sia un principiante. Perdonate il resto perdonatemi per dettagli inutili. Grazie

La pagina principale del pannello di amministrazione di Jumla 3 è simile a quella che abbiamo visto nella versione 2.5 e persino 1.5 (non è più ufficialmente supportato ora, il che potrebbe influire sulla sicurezza). In realtà, circa il cavalluccio delle versioni di Joomla puoi leggere il link. In breve, fino al rilascio di 3.5, 2.5 sarà considerato il più stabile. Tutte le versioni 3.x sono preliminari e non tutte le estensioni che è possibile installare su di esse (ad esempio, il componente preferito in RuNet per il negozio online VirtueMart 2 non è ancora amico della nota a tre rubli, ma JoomShopping è amico).

Nella parte superiore del pannello di amministrazione è presente un menu a discesa invariabile in cui è presente tutto ciò di cui potresti aver bisogno. По мере установки новых расширений это меню будет разрастаться и шириться возможностями. Принципы классификации расширений со времен Joomla 1.5 не поменялись и поэтому могу вам посоветовать ознакомиться со статьей, которая объясняет чем отличаются компоненты, модули и плагины, а также как их устанавливать.

В центральной части главной страницы админки сейчас пока особо значимой информации нет, но по мере развития сайта вы сможет тут отслеживать довольно любопытную информацию. Левое меню sostituì la barra degli strumenti, che era mezzo e mezzo e mezzo con mezzo. Ci sono "collegamenti rapidi", che in sostanza duplicano alcuni degli elementi nel menu in alto, ma ti permettono di andare alle impostazioni desiderate un po 'più velocemente.

Se non ti trovi nella pagina principale del pannello di amministrazione, ma vai a una delle voci nel menu in alto, quindi le relative verranno visualizzate nel menu a sinistra Collegamenti rapidi, che accelera nuovamente il processo di lavoro sul sito in Jumla 3. Ad esempio, quando vai alla scheda di creazione di un nuovo utente, sulla sinistra verrà visualizzato un menu con tutti i "collegamenti rapidi" necessari in questa difficile attività:

In realtà tutto, ora è il momento di arrampicarsi dentro e tuffarsi nel meraviglioso mondo della creatività (creando un sito).

Ma no Un altro screenshot mostra un meraviglioso cambiamento che mi mancava personalmente nella versione 1.5 - la possibilità di aggiornare automaticamente Joomla fino all'ultima versione corrente con un semplice clic di un pulsante nel pannello di amministrazione. In precedenza, questo doveva essere fatto manualmente (collegandosi al sito tramite FTP), ora anche Jumlu da 2.5 a 3.x può essere aggiornato direttamente dal pannello di amministrazione (con piccole sfumature). Beauty. Quindi eseguirò l'aggiornamento alla nuova versione 3.3.3.

In pochi minuti, i file di aggiornamento vengono scaricati, decompressi e installati (ne sarai informato in tempo reale). Un ordine di grandezza più conveniente che farlo manualmente.

Ciò che è interessante nell'amministratore Joomla 3? Cosa prendere in primo luogo? Cosa è importante e cosa è secondario? Perché ci sono così tante cose e cosa fare al riguardo? Come creare finalmente una pagina, un menu, aggiungere una foto o un video? Bene, non è del tutto chiaro, guardando tutto questo casino di voci di menu nel pannello di amministrazione. Almeno questa è stata la mia impressione personale del primo "scontro" con il pannello amministrativo di Jumla.

Cominciamo con l'orientamento nel senso della comprensione come tornare al punto di partenza, vale a dire, sulla pagina principale del pannello di amministrazione, se si scava in profondità nelle impostazioni di qualcosa (anche se ho già detto che puoi arrivare ovunque dal menu in alto, che rimane invariato per tutte le pagine del pannello di amministrazione). Per fare questo, usa l'emblema Jumla, situato nell'angolo in alto a sinistra, così come la voce di menu "Sistema" - "Pannello di controllo".

Il secondo problema da risolvere è di solito - come accedere al sito dal pannello di amministrazioneper vedere i risultati di quello che hai fatto lì. Per farlo di nuovo è molto semplice: basta fare clic sul nome del tuo sito, situato nell'angolo in alto a destra. Questo pulsante è anche duplicato nell'angolo in basso a sinistra del pannello di amministrazione - "Visualizza sito".

Inizialmente, tuttavia, il tuo sito sarà uno spettacolo miserabile, ma dopo aver riempito e strutturato tutto diventerà "blu e verde" (nel senso, bello) e la tua anima "canterà e gioirà". Ma per raggiungere questo obiettivo, dovrai lavorare sodo.

Cosa posso cambiare immediatamente nelle impostazioni generali di Joomla 3?

Ha senso immediatamente prima di iniziare il lavoro per modificare alcune impostazioni generali di Juml. Proviamo a farlo. Puoi accedervi dal menu in alto: "Sistema" - "Impostazioni generali". È molto spaventoso proprio qui, perché ce ne sono così tanti (e questo è solo su una delle cinque schede possibili - "Sito", e non voglio nemmeno immaginare cosa avranno gli altri):

Ma ancora una volta, non c'è bisogno di avere paura, perché cercherò di guidarti lungo queste terre selvagge nel modo più semplice ed efficace. Insieme siamo forti (non dimenticare di iscriverti alla newsletter in modo che il prossimo articolo di questa sezione non passi da te).

Quindi, in primo luogo, qui puoi cambiare il nome del sito che hai creato durante l'installazione del motore (potresti sbrigarti o semplicemente scrivere qualcosa "dal bulldozer", solo per tenere il passo). Qui puoi anche modificare l'editor visivo predefinito, ad esempio, su JCE nel campo delle impostazioni con lo stesso nome (usandolo puoi formattare i testi degli articoli aggiunti). È vero, dovrai prima installare il plug-in del nuovo editor, e solo successivamente accedere alle impostazioni generali e selezionare "Editor predefinito" dall'elenco a discesa. In generale, TinyMCE integrato ha una grande funzionalità, ma dovrà essere configurato (penso che ne parleremo separatamente).

Ma con queste impostazioni, aspetteremo un po ', ma per ora creeremo la comodità di utilizzare il pannello di amministrazione. Meglio andare alla scheda "Sistema" (dal menu in alto delle Impostazioni generali) e cercare nell'area "Impostazioni della sessione" il numero nella riga "Durata della sessione". Di default, 15 è impostato lì (che significa minuti):

Inizialmente, questa infezione mi ha logorato, perché non appena ho smesso di mostrare attività nell'area di amministrazione per più di 15 minuti (sono stato distratto dalla posta, sono andato a bere un po 'di tè, ecc.), Sono stato immediatamente espulso dall'area di amministrazione e ho dovuto riconnettermi e cercare un posto il mio ultimo soggiorno nelle viscere dell'area amministrativa. La linea di azione era spezzata e dato che in quel momento mi stavo già comportando come un "gattino cieco" (non riuscivo sempre a ricordare come sono arrivato a questa pagina delle impostazioni), questo fatto non ha contribuito al lavoro.

È chiaro che questo viene fatto per motivi di sicurezza, ma 15 minuti (specialmente per un principiante) non sono sufficienti. Pertanto, ti consiglio di aumentare questa cifra ogni dieci volte durante lo sviluppo e la conoscenza di Jumla (e non dimenticare di fare clic sul pulsante "Salva" situato in alto), almeno mentre stai attivamente lavorando alla creazione del sito (quindi puoi installare una firma digitale più piccola) ). IMHO.

Categorie e materiali: cos'è e come si usano

Avanti. In Joomla, tutto è costruito attorno a qualcosa come materiali (contenuto). In realtà, qualsiasi sito è principalmente contenuto che è semplicemente avvolto in diversi involucri di caramelle (modelli). Senza materiali, il sito non sarà di interesse per nessuno (tranne te, ovviamente). Gli utenti che lo colpiscono accidentalmente non avranno semplicemente nulla da fare, il che provocherà la loro rapida partenza e il deterioramento delle caratteristiche comportamentali del sito.

I motori di ricerca non avranno nulla a cui aggrapparsi, perché possono analizzare e classificare solo il testo, e in generale non gliene frega niente degli involucri (modelli). Anche se qui, ovviamente, esagero, perché per i siti commerciali in nicchie altamente competitive, il design (principalmente la sua convenienza) ha un impatto sul ranking (leggi l'articolo nell'articolo - Cosa impedisce la promozione SEO del tuo sito).

Gli articoli in Jumla sono aggiunti nella scheda "Materiali" - "Responsabile materiale". Ma non affrettarti ad andare lì, perché prima dovrai prepararti. Cosa intendo? Parlando nella lingua del profano, dobbiamo preparare papà dove conserveremo questi stessi articoli. E non solo negozio. Joomla ha ottimi strumenti per visualizzare l'intero contenuto di queste cartelle (come un elenco o come piccoli annunci) agli utenti che visitano il tuo sito. È molto conveniente e ne parleremo in dettaglio.

Per creare queste stesse cartelle, dobbiamo selezionare la scheda "Materiali" - Responsabile di categoria. In precedenza, in Jumla 1.5, era possibile creare papà di soli due livelli di nidificazione: cartelle integre denominate Sezioni, in cui si potevano trovare cartelle più piccole - Categorie.

Questo non è stato sufficiente per molti utenti e nelle versioni successive di questo motore hanno rifiutato le sezioni, ma ora è possibile inserire alcune categorie (cartelle) all'interno di altre a qualsiasi profondità (livello). Supponiamo, nella categoria A, di aver racchiuso la categoria B e già in essa di aver racchiuso la categoria C - di conseguenza, si ottengono tre livelli di nidificazione. Peste (anche se, fino a quando, in pratica, non si incontrerà la necessità di utilizzare tale struttura, non sarà possibile apprezzare l'importanza di questa innovazione).

Quindi, vai su "Materiali" - "Gestione categorie" - "Crea" e apri un account con le categorie sul tuo sito web. In effetti, così facendo tu determinare la struttura del tuo sito futuro - raggruppa i materiali futuri che verranno pubblicati su di esso. Questa struttura può quindi essere utilizzata nel menu del sito in modo che sia più facile per i visitatori visitarla.

Quali categorie possono essere? Tutto dipende dal tema del tuo sito. Ma è meglio riflettere attentamente su questo problema al fine di preparare le basi per il futuro e non ridisegnare il sito già ben funzionante, perché in alcuni casi ciò può causare alcune conseguenze negative (con l'approccio giusto, è solo temporaneo).

Ad esempio, per un sito turistico, puoi creare categorie di livello superiore con i nomi delle regioni del mondo e le categorie già racchiuse in esse, con i nomi di paesi specifici. Puoi anche creare un terzo livello di nidificazione: le regioni o le città sono già all'interno di questi paesi stessi.

Creazione di categorie e sottocategorie in Jumla

L'abbondanza di possibili impostazioni durante la creazione di una categoria in Joomla 3 è un po 'scoraggiante, ma devi capire che nella maggior parte dei casi ti basterà inserire il suo nome (questo è l'unico campo obbligatorio in questo modulo) e selezionare il livello della sua nidificazione nel campo "Padre" (seleziona una delle categorie esistenti dall'elenco, all'interno che sarà investito in quello che stai attualmente cercando di creare) se è richiesto secondo un piano precedentemente sviluppato da te (nel nostro caso, non c'è ancora nulla su cui investire, perché questa categoria sarà la prima).

Il campo "Alias" (alias) non ha cambiato il suo scopo dal tempo di Jumla 1.5 e ti consente di regolare l'URL della voce di menu che farà riferimento a questa categoria (puoi usare i caratteri [0-9], [az], [AZ], [_], [-]). Usando il mio URL come esempio, sarebbe simile al seguente: https://ktonanovenkogo.ru/news. Se questo campo non è compilato, il sistema stesso traslitterà il nome della categoria e lo utilizzerà nell'URL (verrà visualizzato qualcosa del genere: "https://ktonanovenkogo.ru/novsti").

Non è necessario compilare il campo "Descrizione", ma se lo fai, quando visualizzi un elenco o annunci disponibili in questa categoria di articoli (creando la corrispondente voce di menu sul sito - ne parleremo più in dettaglio), la descrizione che hai fatto verrà visualizzata all'inizio (puoi usarlo per il design e l'immagine).

Salva modifiche apportate Ora puoi usare fino a tre pulsanti (in Joomla 1.5 c'erano solo due opzioni):

  1. Salva: salvi le modifiche apportate e allo stesso tempo rimani sulla stessa pagina
  2. Salva e chiudi: le modifiche verranno salvate e verrai trasferito a un livello superiore (nel nostro caso, il Gestore di categoria)
  3. Salva e crea: dopo il salvataggio si aprirà la finestra per la creazione di una nuova categoria. Conveniente quando si crea l'intera struttura di categorie sul proprio sito.

Naturalmente, quando crei categorie secondarie (sottocategorie), dovrai comunque selezionare la categoria principale (nel nostro esempio, "Notizie"), all'interno della quale continuerà a vivere.

Se osservi attentamente l'elenco a discesa, noterai lì una categoria con il nome «Categorizzato». Non l'hai creato, quindi da dove viene? È tutto molto semplice. Questa categoria virtuale è stata creata da Joomla 3 stessa e memorizzerà articoli che non osi mettere in relazione con nessuna categoria. Può essere, ad esempio, una pagina con contatti, una mappa di posizione e simili. Vivranno tutti in Senza categoria.

Nel gestore delle categorie, gli elementi figlio e genitore sono facili da tracciare grazie alla loro visualizzazione visiva con un grande trattino davanti al nome e un offset relativo al genitore a destra (il nome della categoria di un livello di annidamento ancora più alto verrà visualizzato con un trattino ancora più lungo):

Lì troverai Senza categoria (senza categorie). Se vuoi modificare qualcosa in quelli già creati, fai semplicemente clic sul loro nome. Per rimuovere le categorie non necessarie, sarà sufficiente mettere un segno di spunta (a sinistra del loro nome) e fare clic sul pulsante "Aggiungi al carrello" situato in alto. E come entra in questo cestino? Ad esempio, per eliminare tutto completamente da lì o per ripristinare cancellati accidentalmente.

Per fare ciò, dovrai fare clic sul pulsante "Strumenti di ricerca" situato appena sopra l'elenco delle categorie e nell'elenco a discesa "Selezione stato", trova l'opzione "Nel carrello". Si apre una tabella con un elenco dei contenuti del carrello. Per eliminare definitivamente una categoria, metti un segno di spunta davanti e usa il pulsante "Svuota cestino" situato in alto.

Se desideri ripristinare qualcosa da uno precedentemente eliminato, fai clic sull'icona del carrello (Pubblica) situata a sinistra del nome.

Se vuoi rimandare qualcosa in una casella lunga senza eliminarla, fai clic sul segno di spunta a sinistra per rimuovi questa categoria dalla pubblicazione (non verrà visualizzato sul sito). Puoi visualizzare l'elenco degli articoli non pubblicati nello stesso modo in cui abbiamo appena visto l'elenco degli articoli nel carrello.

In realtà, secondo lo schema proposto creare una struttura di categorie per l'intero sito futuro. Se non hai ancora il tempo di pensarci su, allora crea qualcosa che hai già deciso esattamente come sarà. Successivamente, prenderemo in considerazione la creazione di nuovi materiali, voci di menu, impostazione di modelli, installazione delle estensioni necessarie e molto altro ancora. Spero sarà interessante.

Meglio vedere una volta che ascoltare cento volte - non è vero? Anche a me sembra così, quindi ti consiglio di guardare 15 lezioni di avvio rapido su Joomla 3. Verranno riprodotti uno alla volta automaticamente e, se lo desideri, puoi passare alla lezione successiva utilizzando il pulsante corrispondente sul pannello del giocatore o selezionare la lezione desiderata dal menu a discesa nell'angolo in alto a sinistra della finestra del giocatore:

Impostazioni del sito

Il nome del sito Questo campo è già compilato Ed è compilato nella fase di installazione di Joomla, perché è obbligatorio. Sai già dove viene visualizzato il nome del sito nell'amministratore e nel frontend. Inoltre, il nome del sito viene visualizzato quando il sito è spento.

Il sito è spento (offline). Questa impostazione è un interruttore che ti consente di accendere e spegnere la parte anteriore del sito. Allo stesso tempo, gli amministratori del sito possono accedere al sito utilizzando le proprie credenziali. La parte amministrativa del sito sarà inoltre disponibile. Girare l'interruttore su "Sì" e fare clic sul pulsante "Salva" nella parte superiore della finestra delle impostazioni. Aggiorna la parte anteriore del sito (F5). Con le impostazioni predefinite, sarà simile a questo.

Mostra messaggio offline. Determina se mostrare o meno un messaggio relativo alla disattivazione del sito. E se mostri un messaggio, allora quale. Se si seleziona il valore "Predefinito (dal file della lingua)", verrà visualizzato un messaggio standard che indica che il sito è chiuso per manutenzione. Se si seleziona "Messaggio personalizzato", verrà visualizzato il testo inserito nell'impostazione successiva.

Messaggio quando il sito è spento. Per impostazione predefinita, il testo di un messaggio personalizzato corrisponde al testo di un messaggio standard da un file di lingua. Se necessario, modificare il testo del messaggio utente. A proposito, nel testo puoi usare i tag html per il design. Ma non farti coinvolgere troppo.

Immagine quando il sito è spento. In questa impostazione, se lo si desidera, è possibile impostare l'immagine, che verrà visualizzata nella parte superiore quando il sito è spento. Dopo aver fatto clic sul pulsante "Seleziona", si aprirà una finestra pop-up "Media Manager", in cui è possibile specificare l'immagine desiderata.

Se non esiste un catalogo di immagini adatto, è possibile specificare l'URL dell'immagine pubblicata su un altro sito. E la cosa migliore è precaricare l'immagine dal computer. La larghezza dell'immagine non deve superare i 400 px.

Potrebbe finire così. O forse, ovviamente, anche meglio!

Icone di modifica rapida. Questa impostazione consente di modificare alcune opzioni di modifica dal frontend. L'abbiamo già cambiato quando siamo entrati per la prima volta nella parte amministrativa del sito. Usando questa opzione, puoi consentire la modifica di moduli e menu o solo moduli del sito dalla sua parte anteriore, oppure puoi proibire completamente queste azioni. Gli sviluppatori avvertono che il corretto funzionamento di questa funzione dipende dal modello del sito. Quando la modifica è abilitata, quando si passa il mouse sopra un modulo o una voce di menu, viene visualizzata un'icona di modifica rapida che consente di accedere alle sue impostazioni.

L'editor predefinito. Questo è un campo obbligatorio In esso è installato un editor di testo, che sarà l'editor predefinito per ogni nuovo utente registrato del sito. Consiglio di lasciarlo così com'è. L'utente stesso può modificare questa impostazione nel suo profilo.

Il livello di accesso predefinito. Determina il livello di accesso per i gruppi di utenti per creare nuovi materiali, voci di menu e altri elementi dalla parte anteriore del sito. Il livello di accesso "pubblico" è ottimale nella maggior parte dei casi. Parleremo di più sui livelli di accesso, gli utenti, i loro diritti in uno dei seguenti articoli.

La lunghezza dell'elenco predefinito. Questa impostazione per ogni nuovo utente determina il numero di righe negli elenchi. Ad esempio, quanti articoli verranno visualizzati nell'elenco in una pagina o quanti moduli verranno visualizzati nell'elenco "Gestione moduli".

Limitazione dei feed di notizie. Ciò determina la quantità di notizie nel feed di notizie del sito.

E-mail feed di notizie. Determina se mostrare o meno l'indirizzo e-mail dell'autore nel feed delle notizie. E se mostri, quindi mostra l'indirizzo e-mail dell'autore o del sito. Questo è vero quando l'autore del contenuto (articoli, video, ecc.) È un utente del sito.

Impostazioni dei metadati

Descrizione meta tag per il sito. В этом необязательном поле указывается общее мета описание для всего сайта. Мета описание считывается поисковыми системами. Оно будет отображаться в исходном коде всех страниц сайта кроме тех, для которых описание переопределено в другом месте. Есть одна тонкость. Поисковики считают мета описание одним из важных параметров, учитываемых при ранжировании страниц в поисковой выдаче. Но при этом мета описание страниц на сайте не должно повторяться. Поисковики этого не любят и учтут это в выдаче. Поэтому, независимо от того, заполните вы это поле или нет, надо следить за тем, чтобы мета описание не повторялось в пределах сайта.

Мета-тег Keywords. В этом поле указываются ключевые слова для всего сайта.Qui la situazione è simile alle meta descrizioni, ma in qualche modo diversa. I motori di ricerca consentono parole chiave duplicate o la loro completa assenza. Ma a loro non piace davvero quando la parola chiave specificata è assente nel testo della pagina. Questo può essere considerato come spam di ricerca. A mio avviso, è meglio non compilare questo campo.

Robot con meta tag. Questa impostazione imposta le istruzioni per i robot dei motori di ricerca per le pagine del sito per impostazione predefinita. Le istruzioni possono essere le seguenti:

  • indice: consente di indicizzare il contenuto della pagina
  • follow - consente i clic sulla pagina
  • noindex: proibisce l'indicizzazione del contenuto della pagina
  • nofollow: non consente i clic sui collegamenti alle pagine

Avviso sul copyright. Descrive il copyright del sito, i suoi contenuti.

Mostra meta tag Autore. Questa impostazione abilita o disabilita la visualizzazione del metatag Autore nel codice sorgente delle pagine del sito. Il valore di questo tag è impostato nel materiale stesso (articolo).

Mostra la versione di Joomla !. Nel codice sorgente delle pagine del sito su Joomla 3 c'è un meta tag "generatore". Se questa impostazione è disattivata, contiene il seguente valore: "Joomla! - Gestione dei contenuti open source". Se abiliti l'impostazione, la versione di Joomla verrà aggiunta al valore del meta tag. Ad esempio, potrebbe apparire così: "Joomla! - Gestione dei contenuti open source - Versione 3.4.0." Non consiglio di abilitare questa impostazione in termini di sicurezza del sito.

Impostazioni SEO

Abilita SEF (CNC). Il CNC è URL leggibile dall'uomo. Il significato di questo sistema è rendere gli indirizzi di pagina di un sito in esecuzione su Joomla più amichevoli alla percezione umana. Per impostazione predefinita, questa impostazione è abilitata. Ma per ora ti consiglio di spegnerlo. In un articolo successivo, parleremo di come si formano i collegamenti in Joomla e, per chiarezza, è meglio avere i collegamenti nella loro forma originale.

Reindirizzamento URL. Abilita o disabilita il reindirizzamento di indirizzi che soddisfano determinate condizioni e li reindirizza secondo necessità. L'abilitazione di questa impostazione influisce sul funzionamento del componente Reindirizzamento Joomla standard. Affinché il reindirizzamento funzioni sul server Web Apache, prima di salvare le modifiche alle impostazioni generali di Joomla, è necessario inserire il file .htaccess nella radice del sito. Leggi come farlo nell'articolo "Joomla 3 Directory Structure". Non abilitare ancora questa impostazione.

Aggiungi suffisso all'URL. Dopo aver abilitato questa impostazione, a seconda del tipo di documento, la fine desiderata verrà aggiunta all'indirizzo della pagina. Ad esempio, il suffisso .html verrà aggiunto per le pagine semplici.

Alias ​​in Unicode. Questa impostazione abilita o disabilita la possibilità di creare alias (alias) per i titoli di pagina in caratteri alfabetici nazionali. Quando è spento, gli alias del titolo sono registrati in traslitterazione, in caratteri latini. Questa impostazione influisce sulla creazione di collegamenti al sito. Non è necessario accenderlo.

Includi il nome del sito nel titolo della pagina. Includere o non includere il nome del sito nei titoli delle pagine è una questione individuale. La decisione di abilitare questa impostazione deve essere presa in termini di SEO. Ad esempio, se il nome del sito è breve ed è il marchio che stai promuovendo, puoi attivarlo. A seconda del valore selezionato, il nome del sito verrà aggiunto al titolo della finestra (tag html-title), prima o dopo di esso.

Impostazioni dei cookie

Ci sono solo due campi in questo gruppo di impostazioni.

Dominio dei cookie Questo campo indica il dominio quando viene utilizzata la sessione dei cookie. Ad esempio, esiste un sito http://kopytairoga.aitishnik.ru/, sul quale gli utenti registrati possono accedere. E c'è un forum per questo sito, ma è organizzato in un sottodominio http://forum.kopytairoga.aitishnik.ru/. Pertanto, al fine di impedire agli utenti di inserire due volte una password, sono necessarie queste impostazioni. Se i cookie devono essere validi per tutti i sottodomini, è necessario inserire un punto davanti al nome del dominio.

Modo per i cookie. Il percorso per il quale i cookie devono essere validi.

Questo è tutto! Nel prossimo articolo, parleremo della configurazione di CAPTCHA in Joomla 3.

Ricorda che con noi non solo puoi acquistare un sito Web pronto o ordinarne lo sviluppo, ma anche scegliere la tariffa di supporto del sito appropriata, ordinare la promozione del sito Web nei motori di ricerca, nonché registrare un dominio in una delle duecento zone di dominio e scegliere una tariffa di hosting economica! Specialista IT RU

Guarda il video: Corso Joomla 3 - Lezione 6. Come creare categorie e articoli (Agosto 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send